Legge di Bilancio 2022, bonus casa: fra proroghe, conferme e addii. Le novità

La legge di Bilancio molto probabilmente confermerà le agevolazioni fiscali di ambito edilizio, ma con qualche modifica non irrilevante.


Come è ben noto l’iter di approvazione della legge di Bilancio è piuttosto articolato e dovremmo attendere ancora un po’ per conoscere il testo definitivo del disegno di legge. Ma all’orizzonte già ora non sembrano esservi dubbi: le forze politiche intendono confermare le attuali detrazioni fiscali sui lavori edilizi, anche se con qualche modifica.

Ricordiamo altresì che l’iter in oggetto dovrà condurre entro fine anno all’approvazione della manovra 2022. A seguito dell’ok alla Nota di aggiornamento al Def (Nadef) da parte dell’Esecutivo guidato da Mario Draghi – in data 29 settembre scorso – da segnalare l’invio a Bruxelles del Documento programmatico di bilancio (DPB) il 19 ottobre; ossia il  rilevante testo che spiega le maggiori linee di intervento che saranno poi dettagliate nel disegno di legge di Bilancio 2022 e gli effetti sugli indicatori macroeconomici e di finanza pubblica.

Giovedì 28 il Consiglio dei Ministri darà il suo ok al disegno di legge in oggetto, vale a dire la manovra vera e propria per il prossimo anno. Al Parlamento spetterà poi il compito di approvare il testo entro il 31 dicembre, in modo da entrare in vigore il giorno dopo.

In attesa delle prossime novità, di seguito intendiamo fare il punto circa il capitolo bonus casa 2022: quali agevolazioni saranno confermate? e se sì, con quali modifiche? Ecco di seguito tutte le risposte.

Legge di Bilancio 2022, bonus casa: conferma delle agevolazioni sui lavori edilizi

Come appena detto, mancano pochissimi giorni e potremo scoprire il testo definitivo del disegno di legge di Bilancio 2022: nel frattempo, però, il Documento Programmatico di Bilancio ha dato alcune utili indicazioni in tema di bonus casa, fissando diversi punti fermi.

Al momento si sa che tra le agevolazioni sui lavori edilizi, troveranno spazio il bonus ristrutturazione e il correlato bonus mobili. Non solo: il prossimo anno vi sarà ancora l’ecobonus dal 50 al 65 per cento per la riqualificazione energetica.

Ma attenzione perchè non tutto sarà riconfermato: il superbonus 110% riceverà una proroga soltanto parziale – cd. proroga selettiva –  e dunque non sopravvivrà del tutto. Mentre nel 2022 non è prevista la conferma del bonus facciate al 90%. Ciò in quanto il Governo non ha finora lasciato intendere una decisione di senso opposto.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza 2022 e le novità con la legge di bilancio, ecco quali potrebbero essere le novità

Finalità dei bonus casa

Nel complesso, i bonus casa saranno ufficialmente prorogati nella legge di Bilancio 2022; ma serve la conferma con il sì al disegno di legge da parte del Governo, entro pochi giorni e la successiva approvazione da parte del Parlamento. Come accennato, già nel Documento Programmatico di Bilancio troviamo utilissime indicazioni che ci fanno capire che l’Esecutivo intende spingere con decisione verso dette detrazioni fiscali sui lavori edilizi.

Tre sono le finalità alla base della conferma dei bonus casa:

  1. favorire gli investimenti in campo edilizio;
  2. aumentare l’efficienza energetica degli immobili;
  3. incrementare la resilienza sismica degli immobili.

Insomma, buone notizie per tutti coloro che intendono avviare lavori di ristrutturazione; ammodernamento e rinnovamento degli immobili di proprietà.

Leggi anche: Bonus verde, proroga al 2022?

Legge di Bilancio 2022: l’elenco delle proroghe previste

Vediamo di seguito e in sintesi tutte le novità previste per il prossimo anno, in tema di bonus casa:

Bonus ristrutturazione

Conferma nella legge di Bilancio delle regole agevolative per i contribuenti, che permettono di accedere ad una detrazione fiscale pari al 50% e fino a 96.000 euro di spesa, in ipotesi di lavori di manutenzione straordinaria e ordinaria in edifici singoli o condomini;

Bonus mobili

A tutti coloro che realizzeranno opere di ristrutturazione nell’abitazione nel corso del 2022 sarà assegnato altresì il cd. bonus mobili, dunque anch’esso prorogato. Si tratta di una detrazione fiscale pari al 50%, che scatta in ipotesi di acquisto di arredi ed elettrodomestici. Nel testo della legge di Bilancio 2022 capiremo quale sarà il tetto massimo di spesa detraibile;

Ecobonus del 50 e 65%

In arrivo la conferma nella legge di Bilancio 2022, della detrazione fiscale che mira a favorire la riqualificazione energetica degli immobili. Si tratta di un’agevolazione che opera su Irpef ed Ires ed è assegnata per varie spese, tra cui quelle legate alla sostituzione di caldaie, per fare un esempio. Vero è che è prevista altresì un’agevolazione più consistente, fino all’85 per cento, per i lavori condominiali. Presto vedremo se anche questa sarà confermata nel testo della legge di Bilancio 2022;

Superbonus 110%

In base alle ultime indiscrezioni, sarà confermata anche questa agevolazione fiscale, ma con delle modifiche sostanziali. Infatti, questo particolare bonus casa molto probabilmente sarà prorogato fino al 2023; ma soltanto per edifici condominiali e istituti autonomi delle case popolari.

Per quanto riguarda invece le modalità alternative di fruizione del bonus casa, la legge di Bilancio 2022 dovrà confermare o meno la presenza della cessione del credito e dello sconto in fattura, in luogo della detrazione fiscale per dette agevolazioni edilizie. Ricordiamo altresì che ambo le opzioni scadono alla fine di quest’anno. Come accennato all’inizio, non pare all’orizzonte la conferma del bonus facciate.

Concludendo, se è vero che il Documento Programmatico di Bilancio è molto utile al fine di capire quali saranno i prossimi passi del Governo anche sul fronte dei bonus casa 2022, non resta che attendere giovedì prossimo e dunque l’approvazione del disegno di legge di Bilancio, in modo da avere le conferme delle previsioni sopra riportate.

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti.