10 ottimi motivi per investire a Dubai

Con un’economia in crescita e una valuta molto stabile, Dubai offre una sicurezza finanziaria senza pari.


Con un’economia in crescita e una valuta molto stabile, Dubai offre una sicurezza finanziaria senza pari. Grazie ai numerosi vantaggi economici, quali la mancanza di tasse e le agevolazioni per l’attività delle imprese, in tanti vogliono investire in questo fortunato Emirato Arabo.

Ne abbiamo parlato con Daniele Pescara che da dieci anni aiuta moltissimi imprenditori ad aprire società negli EAU con un ritorno di enorme soddisfazione da parte dei suoi clienti.

Perché investire subito a Dubai

Nel corso degli anni Dubai ha consolidato il suo primato nel mondo come destinazione preferenziale per le vacanze di lusso, lo shopping e l’intrattenimento. Ora, grazie alla lungimiranza e alla visione del governo degli Emirati Arabi Uniti, Dubai ha guadagnato un posto come una delle destinazioni più ambite per gli imprenditori di tutto il mondo.

Il numero di stranieri che investono a Dubai aumenta ogni anno. La crescita degli investimenti esteri ha dato vita a molteplici opportunità commerciali e ad un ulteriore incremento del numero di attività imprenditoriali.

Daniele Pescara, CEO di Falcon Advice, che di professione aiuta le eccellenze italiane a trasferirsi negli Emirati Arabi Uniti, ci racconta che le richieste di interessamento per Dubai, e in generale per gli Emirati Arabi Uniti, da parte di imprenditori e privati interessati a tutelare il loro patrimonio sono aumentate del 200%.

La ragione di tanto interesse? In questo articolo, esaminiamo i motivi del perché investire a Dubai nel 2021 è la mossa giusta da fare subito.

  1. Un’economia fiorente

Dubai si è completamente trasformata negli ultimi anni. Il passaggio da un’economia totalmente dipendente dal petrolio a un’economia che adesso è il fulcro degli affari internazionali è stato incredibile.

Grazie alle politiche del governo degli Emirati Arabi Uniti, la regione è ora concentrata principalmente sul settore degli affari che ha attirato oltre 21,6 miliardi di dollari di soli investimenti esteri. Ciò ha permesso al Paese di aumentare il suo PIL del 2,9%, e si prevede che crescerà notevolmente nei prossimi anni, rendendo Dubai un rifugio sicuro per gli investitori che possono avviare un’attività con ottime possibilità di successo.

  1. Numerose opportunità di business

A causa dell’elevato afflusso di investimenti che si riversa in ogni dove, Dubai offre immense occasioni di business a chiunque voglia avviare un’impresa. Dai liberi professionisti, agli imprenditori, ai proprietari di piccole imprese, fino a coloro che vogliono investire 20.000 euro: tutti sono invitati a trasformare le proprie idee di business in realtà.

Anche gli imprenditori più esperti troveranno numerose opportunità commerciali. Gli Emirati Arabi Uniti si sono lentamente trasformati in terreni adatti agli investimenti. Attualmente Dubai offre agli imprenditori molteplici settori in cui investire e creare strutture aziendali: dalla vendita al dettaglio, al turismo, ai media, all’energia pulita.

  1. Le free zone

Gli Emirati Arabi Uniti, compresa Dubai, offrono diversi luoghi interessanti per avviare un’impresa. In particolare le free zone: il posto perfetto per gli imprenditori che vogliono avviare un proprio business fuori dall’Italia.

Quando parliamo di free zone, ci riferiamo infatti alle zone di libero scambio presenti nei sette Emirati Arabi, create proprio per facilitare gli investimenti stranieri. Si tratta di speciali aree in cui è possibile aprire o delocalizzare società estere e che permettono agli stranieri di avere il 100% della proprietà della propria azienda. Inoltre è possibile avere uffici o magazzini appositamente costruiti e un regime di esenzione fiscale.

«Il motivo dell’esistenza delle free zone è semplice – spiega Daniele Pescara -. Esistono da più di 35 anni al solo scopo di attrarre eccellenze da tutto il mondo, non solo in termini di brand, ma anche di know how e mindset in tutti i settori».

  1. Incentivi del Governo

Il governo degli Emirati Arabi Uniti mette in campo ogni anno numerosi incentivi, in ​​primo luogo per catturare l’attenzione degli investitori stranieri e in secondo luogo per rilanciare e risollevare la sua economia. Il governo ha attuato la sua visione del 2021 con assoluto successo poiché ha permesso opportunità di business sia nel settore privato che in quello governativo.

Ad esempio il Dubai Vision 2021 è un progetto lanciato dal primo ministro Sheikh Mohammed bin Rashid al Maktum che basa su sei pilastri il futuro del Paese: “Istruzione, ambiente, sanità, giustizia, società e competitività”.

Si dice, inoltre, che il governo di Dubai lancerà centinaia di iniziative nei prossimi sei mesi per invogliare gli stranieri a creare un’impresa a Dubai.

  1. Rendimento al 100% del capitale investito garantito

Il peggior incubo di ogni imprenditore è il fallimento dell’azienda. Quello che segue è il noioso e doloroso processo di liquidazione della proprietà. Per questo motivo, il governo di Dubai ha reso questo processo più facile e veloce per gli investitori, consentendo completa libertà. Il governo fornisce il 100% di rimpatrio sul capitale investito e il profitto totale guadagnato. Questa mossa sta incentivando sempre più imprenditori ad investire a Dubai.

  1. Imposta personale minima o nulla

Durante l’avvio di un’impresa in un Paese straniero, la cosa che più preoccupa gli imprenditori sono le tasse. I professionisti tendono a fuggire da regioni che hanno politiche fiscali rigide e costose.

Il governo di Dubai per attirare l’interesse degli investitori internazionali a venire ed investire a Dubai ha abbassato le tasse: le aziende a Dubai non devono pagare alcuna tassa personale; non ci sono tasse societarie; nessun costo per il commercialista; nessun sindacato e nessun bilancio.

  1. Accesso a un mercato Internazionale

La manovra più vantaggiosa per qualsiasi azienda è il facile accesso a un mercato globale. Scegliendo di avviare una società a Dubai, puoi dare alla tua azienda un vantaggio e fornirle visibilità e accesso al mercato mondiale. Questo aiuterà la crescita della tua attività e la sua espansione in altri Emirati in futuro.

  1. Expo Dubai 2021

Con il prossimo Expo 2021, il mondo ha gli occhi puntati su Dubai ed è molto interessato a investire qui. L’Expo 2021 è definito come un punto di svolta che dovrebbe attirare più di venticinque milioni di visitatori globali. Grazie a questo evento si prevedono molteplici opportunità di investimento che coinvolgono tutte le nazioni, Italia compresa.

Expo Dubai 2021 offrirà un ventaglio di opportunità in un’ampia gamma di settori per le aziende italiane, grazie alle solide relazioni tra i due Paesi e all’appeal dei prodotti Made in Italy nella Regione.

  1. Facilità di fare impresa

Secondo Doingbusiness gli Emirati Arabi Uniti sono al primo posto nella regione per la facilità nel concludere gli affari. Tale dato si basa su parametri come l’avvio di un’impresa, la gestione dei permessi, la registrazione della proprietà, ecc.

  1. Qualità della vita

Grazie alle sue strutture all’avanguardia, Dubai è tra le prime città al mondo per la qualità della vita e dei servizi: i livelli di criminalità sono molto bassi e sono tanti gli eventi a cui è possibile partecipare.

Ma a rendere la qualità della vita così alta a Dubai ci sono anche altri fattori: tasse basse, ottime opportunità per le start-up, libertà imprenditoriale e una mentalità governativa totalmente business-oriented.

Falcon Advice: l’importanza di affidarsi a dei professionisti

Come poter sfruttare appieno le opportunità che Dubai riserva nel 2021? Affidandosi a dei professionisti. La Falcon Advice, guidata da Daniele Pescara, è diventata un punto di riferimento per quanto riguarda l’analisi dei trend da e verso Dubai. Basti pensare che il livello di soddisfazione dei clienti è salito al 98% solo nel mese di maggio 2021.

Sono tantissime le recensioni e opinioni positive su Daniele Pescara da parte di clienti soddisfatti che in tutti questi anni hanno deciso di investire qui. ITALPRESS, l’Agenzia di Stampa più importante d’Italia, lo ha già pubblicato in ben 150 diverse testate giornalistiche.

«Questo è uno dei nostri doveri – espone il CEO di Falcon Advice, Daniele Pescara – ovvero fornire gli strumenti ai nostri clienti e applicare delle soluzioni “chiavi in mano” a fronte delle esigenze di mercato. È inconcepibile pensare di poter aprire una società a Dubai trattandola, come spesso accade, in maniera accostabile ad un prodotto preconfezionato – per poi aggiungere – è fondamentale creare delle soluzioni ad personam per soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente».

Pescara accoglie la clientela italiana in Italia, dal vivo. Mette a disposizione uno studio che come attività fa solo questo: aprire società a Dubai. Tutto viene pianificato dall’Italia, non ci sono viaggi a vuoto. Ogni aspetto viene messo nero su bianco in un contratto, e in circa 36 ore la nuova società è costituita.

Volo, hotel, appuntamenti, visite mediche, visto, bank account, tutto è gestito in tempi record con servizio limousine dall’aeroporto. L’imprenditore Veneto è sempre presente per accompagnare per mano il cliente nel suo viaggio verso il successo.