Comune di Roma: 300 posti per insegnante scuola dell'infanzia

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Il Comune di Roma ha indetto un pubblico concorso per titoli ed esami, per il conferimento di n.300 posti nel profilo professionale di insegnante scuola dell'infanzia - cat.C (posizione economica C1) - Famiglia educativa e sociale.

Il Comune di Roma ha indetto un pubblico concorso per titoli ed esami, per  il conferimento di n.300 posti nel profilo professionale di insegnante scuola dell’infanzia – cat.C (posizione economica C1) – Famiglia educativa e sociale.

E’ richiesta la laurea in scienze della formazione primaria o titolo abilitante all’insegnamento, per legge conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002.

La domanda di ammissione, redatta secondo il fac simile allegato al bando, comprensiva anche dell’attestazione del versamento della tassa di concorso da €10,00, deve essere spedita tramite r.a.r. entro il 25 marzo 2010 all’Ufficio protocollo- dipartimento risorse umane del comune di Roma.

E’ prevista una pre selezione nel caso di domande pervenute oltre 1000; il test sarà a risposta multipla sulle stesse materie previste per lo scritto.

Prova scritta con non meno di 5 domande con quattro ipotesi di soluzione tra le quali bisogna indicare quella corretta e procedere ad un breve commento. Le domande vertiranno su:

  • lineamenti di psicologia dell’età evolutiva con particolare riguardo alla fascia 3/5 anni;
  • legislazione in materia di scuola dell’infanzia ;
  • nozioni di diritto amministrativo;
  • il progetto educativo della scuola dell’infanzia

Prova orale

  • elementi di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la P.A.;
  • una lingua straniera a scelta
  • elementi di informatica

Di seguito il bando del concorso

  Bando comune roma (98,3 KiB, 3.531 download)

www.comune.roma.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti