Riammissione rottamazione-ter: scadenza il 9 maggio rientrare nella Pace Fiscale

Riammissione rottamazione-ter e saldo e stralcio: è in scadenza il 9 maggio il pagamento delle rate del 2020 per rientrare nella Pace Fiscale.


Entro il 9 maggio bisogna pagare gli arretrati 2020 della Rottamazione-ter o del Saldo e stralcio per non perdere la riammissione alla pace fiscale. L’Agenzia delle entrate-riscossione ha di recente pubblicato alcune FAQ relative alla riammissione rottamazione-ter e al saldo e stralcio, prevista in favore di coloro che non avevano rispettato le precedenti scadenze 2020 e 2021.

Infatti la Legge di conversione del Dl 4/2022 (Sostegni-ter), ha disposto che i contribuenti che non hanno pagato le rate 2020 e 2021, possono essere riammessi ai benefici della “Definizione agevolata” se effettueranno il pagamento delle somme dovute entro i nuovi termini fissati dallo stesso decreto.

Ecco i dettagli.

Riammissione alla rottamazione-ter

Come accennato in premessa, la legge di conversione del decreto Sostegni-ter (Legge 25/2022), riammette alla definizione agevolata, rottamazione-ter e saldo e stralcio coloro che pagheranno entro:

  • il 30 aprile 2022 (fino al 9 maggio) le rate in scadenza nell’anno 2020 Pace Fiscale di “Rottamazione-ter”, “Saldo e stralcio” e “Rottamazione UE”;
  • il 31 luglio 2022 le rate in scadenza nell’anno 2021 di “Rottamazione-ter”, “Saldo e stralcio” e “Rottamazione UE”.

Attenzione, il decreto interviene anche sulle rate 2022. La prima scadenza 2022 era fissata al 7 marzo. Per il saldo e stralcio, come da piano di dilazione max ammesso per norma (Legge 145/2019), non sono invece previste scadenze 2022.

Nello specifico, il decreto non solo riammette coloro che non hanno pagato le rate 2020 e/o 2021 ma proroga anche le rate 2022 della rottamazione-ter.

Nel complesso, le rate della rottamazione-ter potranno essere pagate alle seguenti nuove scadenze:

  • 30 aprile 2022 per le rate scadute nel 2020 (9 maggio considerando i pagamenti tempestivi entro 5 giorni dalla scadenza);
  • 31 luglio 2022 per le rate 2021;
  • 30 novembre 2022 per le rate in scadenza nel 2022.

Detto ciò, rispetto a tali nuove scadenze, sono ammessi i cinque giorni di tolleranza di cui all’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018.

Come pagare gli arretrati della Rottamazione

Le rate della rottamazione-ter, compresi gli arretrati possono essere pagate utilizzando i consueti canali:

  • Servizio paga online sul portale dell’agente della riscossione e sull’app Equiclick (pagamento in tempo reale)
  • Online su pagoPA (pagamento in tempo reale)
  • con addebito su conto corrente (con questa modalità non si rientra nella scadenza del 9 maggio).

Compensazione: possibilità riservata a coloro che hanno crediti commerciali con al PA come imprese e professionisti fornitori che vantano un credito certificato e inserito nell’apposita piattaforma ministeriale.

Riammissione Pace Fiscale: FAQ Agenzia entrate-riscossione

Proprio sulla riammissione alla rottamazione-ter e al saldo e stralcio, l’Agenzia delle entrate-riscossione ha pubblicato alcune FAQ e qui di seguito se ne portano le più rilevanti.

Saranno considerati tempestivi anche i pagamenti di tutte le rate della ”Rottamazione-ter”, della “Rottamazione delle risorse proprie UE” e/o del “Saldo e stralcio”, effettuati nei 5 giorni successivi ai nuovi termini stabiliti dalla Legge di conversione del “Decreto Sostegni-ter”?

Si. La Legge n. 25/2022 ha previsto i cinque giorni di tolleranza introdotti dall’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018. Pertanto, saranno considerati tempestivi anche i pagamenti effettuati entro il:

  • 9 maggio 2022 per le rate in scadenza nel 2020 della “Rottamazione-ter”, del “Saldo e stralcio” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”;
  • 8 agosto 2022 per le rate in scadenza nel 2021 della “Rottamazione-ter”, del “Saldo e stralcio” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”;
  • 5 dicembre 2022 per le tutte le rate in scadenza nel 2022 della “Rottamazione-ter” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”.

Quali bollettini devo usare per pagare le rate della “Rottamazione-ter”, della “Rottamazione delle risorse proprie UE” e del “Saldo e stralcio”?

Per effettuare il pagamento è necessario utilizzare i bollettini già inviati da Agenzia delle entrate-Riscossione anche se il versamento viene effettuato in date differenti rispetto a quelle originarie.

Attenzione, in caso di smarrimento dei bollettini è possibile richiedere una copia dei bollettini , basta compilare il form dedicato, disponibile nell’area pubblica del portale, senza necessità di pin e password personali. Inoltre, è possibile scaricare direttamente i moduli di pagamento dalla propria “area riservata”, accessibile con SPID, CIE o Carta Nazionale dei Servizi.

La riammissione ai benefici della “Definizione agevolata” prevista dalla Legge di conversione del “Decreto Sostegni-ter”, ha effetto sulle procedure esecutive già avviate prima dell’entrata in vigore della legge?

Si. La Legge n. 25/2022 ha stabilito l’estinzione delle procedure esecutive avviate in seguito al mancato/parziale o tardivo pagamento delle rate in scadenza negli anni 2020 e 2021 entro i precedenti termini di legge (9 dicembre 2021).

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email