Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per l'anno 2014

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'Inps rende noti i limiti di reddito familiare per gli assegni familiari, le quote di maggiorazione di pensione e limiti di reddito mensili per gli assegni

Con circolare n. 182 dello scorso 24 dicembre 2013 l’INPS ha reso note le “tabelle dei limiti di reddito familiare da applicare ai fini della cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione” e i “limiti di reddito mensili da considerare ai fini del riconoscimento del diritto agli assegni familiari.”

Precisiamo, per non fare confusione, che gli assegni familiari non sono da confondere con gli assegni per il nucleo familiare. Gli ANF infatti si applicano ai Lavoratori dipendenti e assimilati (colf e badanti, cocopro e cococo), ai percettori di ammortizzatori sociali (cassintegrati, disoccupati in ASpI e mobilità) e ai pensionati da lavoro dipendente. Gli assegni familiari invece trovano applicazione nei confronti dei soggetti esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiare, e cioè nei confronti:

  • di coltivatori diretti, coloni,  mezzadri e dei piccoli coltivatori diretti (cui continua ad applicarsi la normativa sugli assegni familiari)
  • dei pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi (cui continua ad applicarsi la normativa delle quote di maggiorazione di pensione).

Leggi anche: Gli assegni per il nucleo familiare

Importi delle prestazioni

A partire dal 1 gennaio 2014 gli importi saranno di:

  • 8,18 € mensili spettanti ai coltivatori diretti, coloni, mezzadri per i figli ed equiparati;
  • 10,21 € mensili spettanti ai pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi e ai piccoli coltivatori diretti per il coniuge e i figli ed equiparati;
  • 1,21 € mensili spettanti ai piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati;

TABELLA PER LA CESSAZIONE O RIDUZIONE DELLA CORRESPONSIONE DEGLI ASSEGNI FAMILIARI (AI LAVORATORI AUTONOMI) O DELLE QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE (AI PENSIONATI DELLE GESTIONI SPECIALI PER I LAVORATORI AUTONOMI) 

Da applicare alla generalità dei soggetti interessati, con esclusione di quelli indicati nelle successive tabelle 2, 3 e 4.

NucleoFamiliare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione
1 persona

2 persone

3 persone

4 persone

5 persone

6 persone

7 o più persone

– euro  9.195,12

– euro 15.258,26

– euro 19.619,25

– euro 23.430,26

– euro 27.244,50

– euro 30.876,72

– euro 34.508,27

– euro 18.273,39

– euro 23.492,24

– euro 28.059,11

– euro 32.626,01

– euro 36.976,71

– euro 41.326,68

TABELLA PER LA CESSAZIONE O RIDUZIONE DELLA CORRESPONSIONE DEGLI ASSEGNI FAMILIARI (AI LAVORATORI AUTONOMI) O DELLE QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE (AI PENSIONATI DELLE GESTIONI SPECIALI PER I LAVORATORI AUTONOMI) 

Da applicare ai soggetti cui si corrispondono gli assegni familiari o le quote di maggiorazione di pensione per i figli ed equiparati (*) minori e che siano nella condizione di vedovo/a, divorziato/a, separato/a legalmente, abbandonato/a, celibe o nubile.

Nucleofamiliare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati(+10 per cento) Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione (+ 10 per cento)
1 persona

2 persone

3 persone

4 persone

5 persone

6 persone

7 o più persone

– euro  10.114,63

– euro 16.784,09

– euro 21.581,18

– euro 25.773,29

– euro 29.968,95

– euro 33.964,39

– euro 37.959,10

                               –

– euro 20.100,73

– euro 25.841,46

– euro 30.865,02

– euro 35.888,61

– euro 40.674,38

– euro 45.459,35

TABELLA PER LA CESSAZIONE O RIDUZIONE DELLA CORRESPONSIONE DEGLI ASSEGNI FAMILIARI (AI LAVORATORI AUTONOMI) O DELLE QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE (AI PENSIONATI DELLE GESTIONI SPECIALI PER I LAVORATORI AUTONOMI) 

Da applicare ai soggetti nel cui nucleo familiare siano comprese persone, per le quali possono attribuirsi i trattamenti di famiglia, dichiarate totalmente inabili.

NucleoFamiliare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati(+50 per cento) Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione (+ 50 per cento)
1 persona

2 persone

3 persone

4 persone

5 persone

6 persone

7 o più persone

– euro 13.792,68

– euro 22.887,39

– euro 29.428,88

– euro 35.145,39

– euro 40.866,75

– euro 46.315,08

– euro 51.762,41

– euro 27.410,09

– euro 35.238,36

– euro 42.088,67

– euro 48.939,02

– euro 55.465,07

– euro 61.990,02

TABELLA PER LA CESSAZIONE O RIDUZIONE DELLA CORRESPONSIONE DEGLI ASSEGNI FAMILIARI (AI LAVORATORI AUTONOMI) O DELLE QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE (AI PENSIONATI DELLE GESTIONI SPECIALI PER I LAVORATORI AUTONOMI) 

Da applicare ai soggetti cui si corrispondono gli assegni familiari o le quote di maggiorazione per i figli ed equiparati (*) minori e che siano nella condizione di vedovo/a, divorziato/a, separato/a legalmente, abbandonato/a, celibe o nubile, nonchè nel cui nucleo familiare siano comprese persone, per le quali possono attribuirsi i trattamenti di famiglia, dichiarate totalmente inabili.

NucleoFamiliare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati(+ 60 per cento) Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione(+ 60 per cento)
1 persona

2 persone

3 persone

4 persone

5 persone

6 persone

7 o più persone

– euro 14.712,19

– euro 24.413,22

– euro 31.390,80

– euro 37.488,42

– euro 43.591,20

– euro 49.402,75

– euro 55.213,23

                             –

– euro 29.237,42

– euro 37.587,58

– euro 44.894,58

– euro 52.201,62

– euro 59.162,74

– euro 66.122,69

Link: circolare INPS n. 182 del 24 dicembre 2013

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti