Esonero contributivo 2016, ecco la circolare dell’INPS

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'INPS ha pubblicato la Circolare n. 57 del 29 marzo 2016 con le istruzione tecniche ed operative sul nuovo esonero contributivo 2016

A poco meno di tre mesi dall’entrata in vigore l’INPS ha pubblicato la tanto attesa circolare sul nuovo esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate nel corso dell’anno 2016.

Come sappiamo la Legge di Stabilità 2016, allo scopo di promuovere forme di occupazione stabile ha prorogato o meglio reintrodotto il cosiddetto esonero contributivo anche per le assunzioni avvenute nel 2016 ma con alcune differenze rispetto al vecchio esonero contributivo triennale.

Leggi anche: Nuovo esonero contributivo 2016, ecco come cambia

L’incentivo in oggetto pari al 40% della contribuzione INPS a carico dell’azienda per un massimo di 3250 €, è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, compreso quelli del settore agricolo, per un periodo massimo di due anni a partire dalla data di assunzione del lavoratore.

Con la circolare n. 57, pubblicata il 29 marzo 2016, l’INPS fornisce le indicazioni dettagliate e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi al nuovo esonero contributivo 2016.

Rapporti di lavoro rientranti nel nuovo esonero contributivo 2016

Come per il vecchio esonero 2015 lo sgravio in oggetto riguarda tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato ovvero sia le nuove assunzioni che le trasformazioni, compresi i part-time, con l’eccezione dei contratti di:

  • apprendistato;
  • lavoro domestico.

Per una completa disamina dei rapporti di lavoro incentivati, si rinvia alle circolari n. 17/2015 e 178/2015 relative all’esonero triennale previsto per le assunzioni effettuate nel corso dell’anno 2015.

Vi invitiamo inoltre a leggere i nostri precedenti articoli sull’argomento, compresi quelli pubblicati a seguito dei numerosi interpelli in materia.

Come richiedere l’incentivo e l’attribuzione del Codice 6Y

La parte più interessante della Circolare per aziende e consulenti del lavoro riguarda sicuramente le modalità di richiesta dell’incentivo e il codice da utilizzare per le aziende soggette ad UNIEMENS.

Il codice rimane invariato rispetto al vecchio esonero e cioè il codice attribuito sarà il 6Y e andrà richiesto tramite Contatti del cassetto previdenziale solo per le aziende che non hanno già il codice attribuito per assunzioni o trasformazioni agevolate avvenute nel corso del 2015.

Nel campo oggetto andrà selezionata la denominazione “esonero contributivo biennale legge n. 208/2015”, ed va utilizzata la seguente locuzione: “Richiedo l’attribuzione del codice di autorizzazione 6Y ai fini della fruizione dell’esonero contributivo introdotto dalla legge n. 208/2015, art. 1, commi 178 e seguenti”.

Per quanto riguarda i datori di lavoro agricolo, le condizionalità e tutte le altre istruzioni tecniche ed operative rimando comunque alla lettura completa della corposa circolare che allego qui di seguito.

  Circolare INPS numero 57 del 29-03-2016 (495,2 KiB, 497 download)

Leggi anche: articoli esonero contributivo triennale su Lavoro e Diritti

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti