Rilascio moduli telematici per gli incentivi all’assunzione di giovani

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Rilascio moduli telematici “76-2013” per gli incentivi all’assunzione di giovani, previsti dall’articolo 1 del decreto legge 76/2013

Con circolare numero 138 del 27 settembre 2013 l’INPS comunica che a decorrere dalle ore 15.00  del giorno 1 ottobre 2013 sarà disponibile il modulo telematico “76-2013”, per inoltrare la domanda preliminare di ammissione al beneficio e chiedere la prenotazione provvisoria dell’incentivo per l’assunzione di giovani dai 18 ai 29 anni previsti dal Decreto Lavoro.

Leggi anche: Incentivi per l’assunzione di giovani under 30, circolare INPS

L’INPS comunica quindi che il modulo per la richiesta degli incentivi si troverà all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, direttamente sul portale dell’istituto. Si potrà accedere al modulo seguendo il percorso “servizi on line”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e pin), “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”.

Si ricorda quindi che questa prima domanda è solo preliminare e servirà a richiedere l’ammissione al beneficio e la prenotazione provvisoria degli incentivi. L’INPS si impegna quindi a portare a conoscenza l’azienda già il giorno successivo a quello di presentazione di questa domanda se rispetta i requisiti necessari per usufruire dell’incentivo e se vi sono ancora disponibili i fondi necessari alla sua copertura, che ricordiamo sono divisi per Regioni.

Nella circolare l’INPS sottolinea che l’istanza di prenotazione degli incentivi, che dovesse essere inizialmente rigettata per carenza di fondi, rimane valida per 30 giorni, mantenendo la priorità di prenotazione in base all’originaria data dell’invio; se entro tale termine si liberano delle risorse utili, viene automaticamente accolta.

Sarà quindi premura dell’interessato accedere giornalmente al portale per controllare lo stato dell’istanza di prenotazione anche dopo il suo iniziale rigetto; dopo 30 giorni l’istanza perde definitivamente di efficacia e  l’interessato dovrà presentare una nuova istanza di prenotazione.

All’interno dell’applicazione  “Di.Res.Co” è possibile consultare la consistenza dei fondi disponibili per regione o provincia autonoma, in relazione ai periodi cui va imputata la durata del beneficio; la disponibilità delle somme è aggiornata quotidianamente in conseguenza delle istanze accolte, confermate o scadute.

Vi rimandiamo comunque ad un’attenta lettura delle circolari INPS che riportiamo qui di seguito per comodità:

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti