Incentivi INPS per il lavoro di giovani e donne, modalità di fruizione

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Modalità di fruizione incentivi per la stabilizzazione di uomini under 30 e donne di qualunque età, rif. Decreto del Min. lavoro 05/10/2012

Con la circolare n. 122 del 17 ottobre 2012 l’INPS ha illustrato la disciplina e le modalità di invio delle istanze riguardanti l’incentivo straordinario per la creazione di rapporti di lavoro stabili o di durata ampia, in favore di uomini under 30 e donne di qualunque età, ai sensi del Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 5 ottobre 2012 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 243 del 17 ottobre 2012).

Con il messaggio n. 8820 del 30/05/2013 l’Istituto illustra le modalità di fruizione dell’incentivo da parte dei datori di lavoro autorizzati.

Leggi anche: Incentivi lavoro giovani e donne, il decreto del Ministero del Lavoro

Sono stati ammessi a fruire dell’incentivo i datori di lavoro che hanno inoltrato l’istanza e le corrispondenti dichiarazioni di responsabilità mediante il modulo “DON-GIOV” dell’applicazione “Di.Res.Co.” L’ammissione al beneficio è stata determinata dall’ordine cronologico di presentazione delle istanze, in relazione alla risorsa complessivamente stanziata dal decreto ministeriale citato, pari a € 232.108.953.

Leggi anche: Invio della domanda per incentivi al lavoro di giovani e donne

L’INPS informa che l’ammissione verrà comunicata all’interno della piattaforma “Di.Res.Co.” mediante avviso apposto in calce al modulo di istanza inviato. Le istanze per le quali non viene comunicato l’esito di ammissione si devono intendere non accolte, perché inviate dopo l’esaurimento della risorsa stanziata. Nel messaggio si ricorda inoltre che ciascun datore di lavoro non può complessivamente fruire di più di 10 incentivi per le stabilizzazioni a tempo indeterminato e di più di 10 incentivi per le assunzioni a tempo determinato.

In caso di rapporto a tempo indeterminato, continua il messaggio, l’incentivo spetta anche se si tratta si part- time; in tal caso l’orario deve essere pari o superiore alla metà dell’orario normale e – come ha chiarito il Ministero del lavoro e delle politiche sociali – l’importo del beneficio deve essere proporzionalmente ridotto.

Controlli

In attuazione del principio di autocertificazione l’INPS ha riconosciuto e reso fruibili gli incentivi, sulla base di quanto dichiarato dal datore del lavoro con i moduli di istanza. Le Sedi effettueranno successivi controlli circa la veridicità delle attestazioni rese e l’effettivo possesso dei requisiti di accesso al beneficio. Al riguardo l’Istituto si riserva di fornire specifiche indicazioni.

Eventuali somme indebitamente percepite dai datori di lavoro saranno oggetto di iniziative di recupero e consentiranno di accogliere altre istanze, in relazione alle risorse che dovessero rendersi nuovamente disponibili.

Comunicazioni

Per eventuali comunicazioni riguardanti questo incentivo le Sedi e i datori di lavoro che operano con il sistema Uniemens dovranno preferibilmente avvalersi della funzionalità “contatti” del Cassetto previdenziale aziende, selezionando nel campo “oggetto” la denominazione “Incentivo assunzione donne e giovani – DM 05.10.2012”.
Le Sedi potranno inviare segnalazioni e richieste di chiarimenti alla Direzione centrale entrate avvalendosi dell’indirizzo di posta elettronica info.diresco@inps.it.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti