Nuovo concorso pubblico Vigili del fuoco per 20 posti da Vice Direttore

E' stato indetto il nuovo concorso pubblico Vigili del fuoco 2018 per 20 vice direttori riservato a coloro che sono in possesso di una laurea in ingegneria o una laurea in architettura. Vediamo come si svolgerà il concorso pubblico per titoli ed esami e come presentare domanda di partecipazione.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

E’ stato indetto il nuovo concorso pubblico Vigili del fuoco 2018 per titoli ed esami per 20 posti da vice direttore. Il concorso è rivolto esclusivamente a coloro che sono in possesso di una laurea in ingegneria o una laurea in architettura.

Oltre tali requisiti, il bando di concorso prevede ne prevede altri che vediamo nel dettaglio qui di seguito, insieme alle indicazioni su come presentare la domanda di partecipazione.

Concorso pubblico Vigili del fuoco: I requisiti

Per poter presentare domanda di partecipazione, i candidati interessati al nuovo concorso Vigili del fuoco 2018, dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore agli anni 35. Nessun limite di età per il personale dei ruoli tecnico-operativi, mentre per i ruoli tecnici, amministrativo-contabili e tecnico-informatici, il limite di età è fissato a 37 anni.
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio;
  • laurea magistrale in ingegneria o architettura;
  • abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere o architetto.

Tutti i requisiti di ammissione dovranno essere posseduti alla data di scadenza della presentazione della domanda di partecipazione al concorso pubblico Vigili del fuoco.

Suddivisione posti del concorso pubblico Vigili del fuoco

Il nuovo concorso Vigili del fuoco, mette a disposizione 20 posti da vice direttori da inserire con contratto a tempo indeterminato nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco. I 20 posti saranno suddivisi in diverse riserve, vediamo quali.

Il 20% dei posti sarà riservato al personale tecnico operativo con almeno tre anni di servizio nel ruolo di ispettore e dei sostituti direttori antincendi, mentre, per un ruolo inferiore, bisognerà aver raggiunto almeno 7 anni di servizio.

Il 10% dei posti messi a disposizione sarà riservato al personale volontario dei vigili del fuoco. L’altro 10% è riservato a coloro che hanno svolto almeno 1 anno di servizio civile con compiti inerenti al Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Infine, il 2% è riservato agli ufficiali delle forze armate che hanno concluso il proprio biennio senza demerito.

Concorso Vigili del fuoco: Le prove d’esame

Qualora il numero di partecipanti sarà venti volte superiore al numero di posti messi a disposizione, il bando di concorso prevede lo svolgimento di una prova preselettiva.

La prova preselettiva consiste in quesiti a risposta multipla vertenti sulle materie oggetto delle prove di esame. La prova sarà considerata superata se si raggiunge un punteggio minimo di 6/10.

Successivamente alla prova preselettiva, il concorso prevede altre tre tipologie di prove d’esame, due prove scritte e una prova orale. La prima prova scritta consiste nello svolgimento di un elaborato inerente a materie scienza e/o tecnica delle costruzioni.

La seconda prova scritta il candidato dovrà scegliere una delle seguenti tracce:

  1. elettrotecnica, impianti di distribuzione e di utilizzazione;
  2.  ingegneria chimica, chimica industriale e impianti chimici;
  3.  macchine e meccanica applicata alle macchine;
  4. idraulica e costruzioni idrauliche;
  5.  costruzioni civili e industriali;
  6.  fisica nucleare e impianti nucleari.

Inoltre, bisogna ricordare che, saranno ammessi alla prova orale del concorso solo i candidati che hanno raggiunto un risultato non inferiore a 21/30 in ciascuna delle due prove scritte.

Infine, la prova orale consiste in un colloquio con la commissione esaminatrice, dove valuterà i candidati sulle seguenti materie:

  • fisica tecnica;
  • chimica;
  • meccanica;
  • legislazione sociale e norme sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • diritto amministrativo, costituzionale e comunitario;
  • lingua straniera a scelta: inglese, francese, tedesco e spagnolo;
  •  informatica;

Come presentare domanda di partecipazione al concorso pubblico Vigili del fuoco 2018

E’ possibile presentare domanda di partecipazione al concorso Vigili del fuoco 2018 esclusivamente per via telematica tramite il sito web dei vigili del fuoco.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione entro e non oltre il 15 febbraio 2018. Per qualsiasi altra informazione inerente al concorso pubblico vigili del fuoco, invitiamo la lettura del bando inerente a tale concorso.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.