Formazione sicurezza: avviso pubblico Inail 2022 per i finanziamenti

Con l'avviso pubblico Inail 2022 l'istituto rende noto il piano di finanziamenti per gli interventi di formazione su salute e sicurezza.


Tutti i lavoratori hanno sicuramente già sentito parlare di Inail, l’Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, ovvero l’ente pubblico non economico che si occupa dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Tra le sue funzioni, anche quella di finanziare la realizzazione di interventi formativi ad hoc con contenuto prevenzionale, per il tramite della pubblicazione di vari avvisi pubblici regionali e provinciali. Ciò costituisce attuazione dell’art 9 del d. lgs. n. 81 del 2008 su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ebbene, l’Istituto ha recentemente comunicato l‘avviso 2022 per nuovi finanziamenti in ambito formazione sicurezza: esso è espressamente mirato a diffondere e rafforzare la cultura della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro in tutto il paese. Vediamo allora alcuni importanti dettagli in proposito.

Leggi anche: domanda Reddito di cittadinanza, le ultime novità Inps nel modello. Ecco cosa cambia

Avviso pubblico Inail 2022 formazione e sicurezza:  prevenzione al primo posto e finanziamenti in gioco

L’Inail ha la fondamentale funzione di tutelare il lavoratore contro i danni fisici ed economici collegati ad infortuni, causati dall’attività lavorativa o a malattie professionali, ma dà anche un importante contributo in termini di prevenzione di queste problematiche per la salute. Ciò è a maggior ragione significativo se pensiamo che le conseguenze dell’infortunio o malattia possono anche riguardare il datore di lavoro, che non sempre è esonerato dalla responsabilità conseguente all’evento lesivo patito dal proprio lavoratore – pur avendo stipulato l’assicurazione Inail.

La protezione infatti viene meno nelle circostanze nelle quali, in sede penale o civile, emerga la responsabilità del datore per un reato – verificatosi con violazione delle norme di prevenzione e igiene sul lavoro.

Ecco allora che l’attività di prevenzione evidenzia tutta la sua utilità: pubblicato sul sito web Inail il nuovo Avviso pubblico formazione 2022, con il quale l’ente comunica il finanziamento della realizzazione ed erogazione di interventi formativi tematici a contenuto prevenzionale. Ciò – come accennato – nella finalità di diffondere e migliorare la consapevolezza e la conoscenza di temi legati alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro in tutta Italia.

Per i citati finanziamenti è previsto uno stanziamento di quasi 14 milioni di euro, suddiviso in budget regionali e provinciali.

Chi sono i beneficiari dei finanziamenti Inail per progetti formativi in tema di salute e sicurezza

Facciamo chiarezza su coloro che possono avvalersi dei finanziamenti per i progetti ed attività formative, elencandoli di seguito così come indicato nel sito web Inail:

  • RLS, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale;
  • rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo;
  • responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;
  • lavoratori.

In particolare, possono fare domanda di partecipazione al meccanismo di finanziamento i soggetti che presentano proposte progettuali, in forma singola o in aggregazione, di cui si trova indicazione negli avvisi pubblici regionali o provinciali. In particolare ci riferiamo a:

  • organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e organizzazioni sindacali dei lavoratori;
  • soggetti formatori già accreditati alla data di presentazione della domanda nel territorio regionale nel quale si svolge il progetto;
  • ordini e collegi professionali limitatamente ai propri iscritti;
  • organismi paritetici (il riferimento va al d.lgs. 81/2008, ovvero alla norma del testo che indica in essi gli organismi formati ad iniziativa di una o più associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, come sedi ad hoc per la programmazione di attività formative).

Aspetti economici dell’iniziativa Inail

Per quanto riguarda gli aspetti prettamente economici, l’ammontare dei finanziamenti copre i meri progetti organizzati sulla scorta del catalogo delle offerte formative, delle condizioni e dei requisiti di cui ai singoli avvisi pubblici regionali / provinciali Inail. Quindi ad essi gli interessati dovranno fare diretto riferimento.

In ipotesi di esito positivo dei controlli sui requisiti dei progetti di formazione, sarà riconosciuto ai beneficiari un contributo finanziario di importo differente – a seconda del numero dei partecipanti al progetto in materia di salute e sicurezza e in base al numero delle ore di formazione. Di rilievo sarà anche la modalità di svolgimento dell’iniziativa – in presenza o con collegamento internet.

Gli interessati a fruire dei finanziamenti possono presentare proposte progettuali per interventi formativi di importo totale tra un minimo di euro 20mila ed un massimo di 140mila euro.

Leggi anche: fondo di Garanzia PMI Turismo, domande di agevolazione al via dal 10 ottobre

Come fare domanda per i finanziamenti Inail

Coloro che intendono avvalersi di queste risorse debbono fare riferimento al portale web Inail – sezione Accedi ai Servizi Online – in cui si trova una procedura informatica, la quale permette di immettere la richiesta di finanziamento con le modalità di cui ai singoli avvisi pubblici regionali o provinciali.

Entro breve tempo saranno pubblicate le istruzioni tecniche e di dettaglio, utili all’invio della domanda allo sportello informatico (ordine cronologico), ma anche le informazioni sulle date di apertura e chiusura della procedura stessa.

Come opportunamente indicato da Inail nel proprio sito web, in ogni caso è possibile avere chiarimenti, informazione ed assistenza telefonando allo 06.6001 del Contact center Inail o usufruendo del servizio web Inail Risponde  – sezione Supporto del portale.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email