Decreto Fiscale o collegato fiscale 2018, analisi Fondazione Studi CdL

Circolare della Fondazione Studi sulle novità del decreto fiscale o collegato fiscale alla Legge di bilancio 2018. Novità su Rottamazione bis, spesometro, split payment, voluntary disclosure, bonus pubblicità, equo compenso e tanto altro nella guida della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

La Legge n. 172/2017 di conversione al decreto-legge 148/2017 cosiddetto decreto fiscale o collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2018 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 284 del 5 dicembre scorso. Il collegato fiscale contiene una serie di misure nei più svariati ambiti che vanno dall’economia al fisco, al mondo delle professioni, a quello del lavoro e poi giustizia, scuola, famiglie e sanità.

Con la Circolare n. 12/2017 gli esperti della Fondazione Studi, fra cui Sergio Giorgini, Giuseppe Buscema, Dario Fiori e Pasquale Staropoli, esaminano le principali novità del decreto fiscale, anche conosciuto come collegato fiscale alla Legge di bilancio 2018.

Collegato fiscale 2018, principali novità trattate nella circolare

Fra le principali novità la guida circolare delle Fondazione Studi affronta le modifiche alla Rottamazione bis, ovvero l’estensione della definizione agevolata dei carichi. Nella circolare vengono indicate le nuove scadenze rispetto ai termini previsti dal dl n.193/2016:

  • le nuove scadenze della rottamazione bis del d.l. n. 193/2016
  • scadenze per la rottamazione bis d.l. n. 148/2017: il ripescaggio degli esclusi;
  • le scadenze per la rottamazione bis d.l. n. 148/2017: i carichi affidati all’agente delle riscossione dal 01/01/2000 al 30/09/2017.

Vengono poi ampiamente trattati i seguenti temi contenuti nel collegato fiscale 2018:

  • spesometro;
  • estensione dello split payment alle fatture emesse da società controllate dalla PA;
  • il cosiddetto Bonus Pubblicità 2018;
  • sospensione dei termini tributari e contributivi per le aree colpite da calamità naturali;
  • fondo garanzia piccole e medie imprese;
  • accesso al credito e partecipazione dei professionisti ai confidi;
  • fondo imprese;
  • collaborazione volontaria delle somme detenute all’estero o voluntary disclosure;
  • trasparenza societaria;
  • equo compenso per i professionisti;

Circolare n. 12/2017 gli esperti della Fondazione Studi

Le principali novità del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2018

ESTENSIONE DELLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI CARICHI – ROTTAMAZIONE BIS

La nuova c.d. Rottamazione bis, prevede la possibilità di definire i carichi:

  • affidati dal 2000 al 2016, che non siano stati oggetto della prima edizione della definizione agevolata di cui all’art. 6, del D.L. n. 193/2016;
  • compresi in piani di dilazione in essere alla data del 24 ottobre 2016, per i quali il debitore non sia stato ammesso alla prima definizione agevolata a causa del mancato pagamento di tutte le rate degli stessi piani scadute al 31 dicembre 2016 (c.d. “ripescaggio degli esclusi”);
  • affidati dal 1º gennaio al 30 settembre 2017.

Inoltre, in sede di conversione del decreto in commento, è stato previsto per i contribuenti che hanno aderito alla prima edizione della rottamazione e che non hanno versato le rate del 31 luglio, del 2 ottobre e del 30 novembre 2017, di essere riammessi alla definizione effettuando il relativo versamento entro il 7 dicembre 2017. Di fatto il decreto, in sede di conversione, ha posticipato al 7 dicembre le scadenze delle prime tre rate.

Inoltre, è stata differita la quarta rata dalla fine del mese di aprile 2018 al 31 luglio del medesimo anno, mentre è rimasta invariata la scadenza della quinta rata al 01 ottobre 2018. Si precisa, inoltre, che possono aderire alla rottamazione-bis i contribuenti che hanno già presentato l’istanza durante la prima edizione senza includere tutti i carichi e che, pertanto, intendono definire i carichi non inseriti nella domanda di definizione presentata entro lo scorso 21 aprile 2017.

[…]

Continua a leggere la Circolare sul sito della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.