Incentivi assunzioni: come verificare se una persona ha i requisiti

L'ANPAL ha rilasciato un nuovo servizio per sapere se una persona ha i requisiti per poter fruire degli incentivi sulle assunzioni.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Uno dei problemi più diffusi fra consulenti del lavoro, operatori di agenzie per il lavoro e aziende al momento di effettuare una nuova assunzione è quello di conoscere con certezza se il lavoratore abbia o meno i requisiti per ottenere determinati “incentivi assunzioni”.

L’ANPAL ha reso disponibile da qualche giorno un nuovo servizio utile proprio per gli incentivi sulle assunzioni. Si tratta del servizio denominato “Incentivabilità” presente fra i servizi Anpal. Questa nuova funzionalità permette di verificare una persona da assumere risulti “svantaggiato” e quindi se al suo datore di lavoro spettino o meno gli incentivi all’assunzione. Per poter accedere bisogna essere registrati al portale e avere già le proprie credenziali d’accesso.

Incentivi assunzioni: requisiti del lavoratore

Il nuovo servizio è utile quindi a conoscere i requisiti dei lavoratori relativamente a determinati sgravi contributivi. L’ANPAL fa riferimento agli incentivi per assunzioni di persone che nei sei mesi antecedenti alla data in cui si effettua la richiesta:

  • non hanno avuto rapporti di lavoro subordinato;
  • o che hanno avuto rapporti di lavoro conclusi e di durata non superiore a sei mesi;
  • o infine che hanno svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato; queste tipologie rientrano se da tali attività deriva un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione (8147 euro lordi).

Per il conteggio relativo ai rapporti di lavoro subordinato conclusi e di durata non superiore a sei mesi non rientrano i periodi di: lavoro intermittente, tirocinio e LSU.

Assunzioni incentivabili

Il requisito sopra descritto è obbligatorio per la fruizione ad esempio dei seguenti bonus:

  • bonus assunzioni donne e disoccupati over 50: articolo 4, co. 8 della legge 92/2012 consistente in uno sgravio contributivo del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro;
  • bonus sud 2018: prorogato con l’ultima legge di bilancio, permette l’assunzioni in alcune regioni del mezzogiorno di lavoratori disoccupati di qualsiasi età. Il bonus consiste in uno sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro fino a 8060 euro per i primi 12 mesi di assunzione;

Cosa fa la nuova applicazione dell’ANPAL

La nuova applicazione resa disponibile sul sito dell’ANPAL serve a fornire le informazioni relative all’incentivabilità della persona da assumere. Praticamente il sistema verifica la presenza o meno di comunicazioni obbligatorie (UNILAV) presenti e non tiene conto di eventuali peridi di lavoro autonomo svolti.

Il servizio è molto utile proprio per determinare il requisito soggettivo di alcune assunzioni incentivabili. Lo strumento in oggetto è accessibile dall’area riservata dell’ANPAL ed è a disposizione dei centri per l’impiego, delle agenzie per il lavoro, dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro e dei cittadini stessi.

Incentivi assunzioni: controlli dal sito INPS

Questo strumento dell’ANPAL si affianca a quello già predisposto dall’INPS presente nell’area riservata al percorso “Tutti i servizi – Servizio di verifica esistenza rapporti a tempo indeterminato”. Lo strumento messo a disposizione dell’Istituto serve a verificare i requisiti per il nuovo Bonus Giovani 2018, il quale prevede un esonero triennale del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per assunzioni di under 35 che non hanno mai avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

Purtroppo nell’uno e nell’altro caso il risultato della ricerca non ha valore di certificazione; per cui la responsabilità ricadrà sempre su aziende e consulenti del lavoro, che potrebbero vedersi revocare l’incentivo per mancanza dei requisiti. Per cui è sempre bene farsi rilasciare una autocertificazione del lavoratore in cui dichiari di avere i predetti requisiti.

Fonte: ANPAL

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti