Reddito di emergenza: domande in scadenza il 15 ottobre

Il 15 ottobre 2020 è in scadenza la domanda per ottenere l’ulteriore quota del Reddito di emergenza. Ecco cosa sapere e come fare domanda.

In scadenza giovedì 15 ottobre 2020 la possibilità di inoltrare le domande di Reddito di Emergenza per la mensilità aggiuntiva di ottobre, destinato ai cittadini in difficoltà economica. Si tratta, in particolare, dell’ulteriore quota economica prevista dal Decreto Agosto.

In caso di accoglimento, la quota di REm è erogata per una sola mensilità, corrispondente al mese di presentazione della domanda. Quindi, se la domanda è stata presentata entro il 30 settembre 2020, sarà erogata la mensilità di settembre, mentre, se si presenta tra il 30 settembre e il 15 ottobre 2020, sarà erogata la mensilità di ottobre 2020.

Vediamo quindi nel dettaglio come fare domanda e quali sono i requisiti da possedere.

Reddito di emergenza, cos’è?

Il Reddito di emergenza, istituito con il Dl 34/2020 Decreto Rilancio, è una misura straordinaria di sostegno al reddito per supportare i nuclei familiari disagiati a causata del Covid-19.

L’art. 23 del Dl 104 Decreto Agosto ha previsto il riconoscimento, a domanda, di una ulteriore mensilità di Rem.

L’agevolazione è rivolta ai nuclei familiari che presenteranno nuova domanda, indipendentemente dall’avere già richiesto, ed eventualmente ottenuto, il beneficio economico.

Requisiti REm

Ai fini della concessione della mensilità del REM, occorre soddisfare due requisiti:

  • di residenza, in quanto il richiedente deve essere residente in Italia al momento della presentazione della domanda. La norma non prevede una durata minima di permanenza economici;
  • valore reddito familiare inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio;
  • valore del patrimonio mobiliare familiare per il 2019 inferiore a 10.000 euro. La soglia è accresciuta di 5.000 euro:
    • per ogni componente successivo al primo (fino a un massimo di 20.000 euro);
    • in presenza di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini ISEE;
  • un valore ISEE inferiore a 15.000 euro (al momento della domanda).

I dati relativi ai requisiti e alle incompatibilità, autodichiarati in domanda, saranno oggetto di controlli.

Leggi anche: Scadenze fiscali di ottobre 2020: le date dei principali adempimenti

Reddito di emergenza, come fare domanda

La domanda di Reddito di Emergenza può essere inoltrata attraverso i seguenti canali:

  • online, autenticandosi con PIN (fino a quando sarà valido), SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;
  • Patronati e CAF abilitati.

La domanda è presentata da uno dei componenti del nucleo familiare, individuato come il richiedente il beneficio, in nome e per conto di tutto il nucleo familiare.

Reddito di emergenza, quanto spetta

Il beneficio economico del REM è determinato in un ammontare pari a 400 euro mensili, moltiplicati per il corrispondente parametro della scala di equivalenza. L’importo del beneficio economico non può, comunque, essere superiore a 800 euro mensili. Unica eccezione si ha in caso di presenza di 3 adulti e 2 minorenni di cui un componente è disabile grave: in tal caso, l’importo sarà pari a 840 euro.

Si ricorda, a tal proposito, che il parametro della scala di equivalenza è pari a 1 per il primo componente del nucleo familiare. Inoltre è incrementato di:

  • 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni;
  • 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2 ovvero fino ad un massimo di 2,1, nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, così come definite ai fini ISEE.

Si ricorda che la scala di equivalenza non tiene conto dei soggetti che si trovano, al momento della domanda, in stato detentivo, o sono ricoverati in istituti di cura di lunga degenza.

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679