CIGS nelle aree di crisi industriale complessa anche nel 2017

0
Richiedi una consulenza su questo argomento


La circolare 35 il Min. Lavoro introduce la possibilità per le aziende in area di crisi industriale complessa di beneficiare della CIGS dopo il 31.12.2016

La circolare ministeriale 35 introduce la possibilità per le aziende in area di crisi industriale complessa di beneficiare della CIGS nel 2017 ovvero dopo la precedente scadenza fissata per il 31.12.2016, vediamo come.

La circolare 35 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 15.11.2016 rettifica la circolare ministeriale 30 del 14.10.2016 (in precedenza codificata come 38) sugli interventi di integrazione salariale straordinaria per le imprese operanti in un’area di crisi industriale complessa riconosciuta ai sensi dell’art. 27 del Decreto Legge 83/2012 convertito, con modificazioni, dalla Legge 134/2012.

CIGS nelle aree di crisi industriale complessa anche nel 2017

Con questa rettifica si introduce la possibilità, in caso di sospensioni o riduzioni di orario iniziate nel 2016, di concedere il trattamento di CIGS anche se l’accordo in sede ministeriale sia stato sottoscritto dopo il 31.12.2016 o se l’istanza venga presentata oltre questa data.

La circolare 35 precisa poi ulteriormente che in caso di inizio delle sospensioni o riduzioni di orario nel 2016 è possibile concedere il trattamento di CIGS, per un massimo di 12 mesi, anche dopo il 31.12.2016 fermo restando il limite di spesa complessivo definito dalle risorse assegnate ad ogni regione.

Leggi anche: CIGS nelle aree di crisi industriale complessa

  Circolare Min. Lavoro n. 35 del 15-11-2016 (433,6 KiB, 69 download)

consulenza
Share.

About Author

Laureato in Strategia e Comunicazione d'Impresa, ho diverse esperienze in ambito HR (Selezione e Formazione, Gestione e Amministrazione, Paghe e Contributi). Relatore volontario al Centro per I'Impiego di Verbania, scrivo di Risorse Umane e Lavoro per "Eco Risveglio" e "Lavoro e Diritti".