Assegno sociale 2018, età a 66 anni e 7 mesi per l’ex pensione sociale

Cambiano i requisiti anagrafici per richiedere l'assegno sociale nel 2018. Da quest'anno infatti servono almeno 66 anni e 7 mesi per accedere all'ex pensione sociale. Nuovi importi anche rispetto ai redditi mini e alla pensione minima mensile. Vediamo cosa cambia.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Dal 1° gennaio, sono previsti nuovi importi e requisiti anagrafici per la richiesta di assegno sociale 2018. Gli aventi diritto potranno ricevere 453 euro per 13 mensilità, in caso di accoglimento della domanda di assegno, ma solo al compimento di 66 e 7 mesi.

L’assegno sociale è una prestazione assistenziale anche conosciuta con il nome di pensione sociale, per chi presenta un diritto alla pensione per requisiti anagrafici, ma senza aver versato la necessaria contribuzione per la pensione di vecchiaia. E’ possibile richiedere questa tipologia di prestazione, laddove vengono rispettati anche dei requisiti reddituali.

La pensione sociale, può essere riconosciuta solo per redditi molto bassi e con una età anagrafica aggiornata dal 2018. Sulla base delle ultime riforme pensioni, infatti, non sarà più possibile richiederlo al compimento dei 65 anni e 7 mesi. La suddetta soglia anagrafica, è aumentata a 66 anni e sette mesi per le nuove aspettative di vita Istat e dal 2019 subirà anche un ulteriore scatto a 67 anni.

Assegno sociale 2018, età a 66 anni e 7 mesi e nuovi importi

Per richiedere l’assegno sociale 2018 è richiesto:

  • 66 anni e 7 mesi di età;
  • reddito basso (stato di bisogno economico);
  • cittadinanza italiana;
  • residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni in Italia.

Pensione sociale requisiti di reddito per il 2018

Per il 2018, sono ammessi alla pensione sociale i pensionati con reddito non superiore ai 5.889 euro all’anno se non coniugati e con un reddito non superiore ai 11.788 euro se coniugati.

Tale reddito, potrebbe essere soggetto a controlli da parte dell’Inps per la verifica del diritto all’assegno sociale, che decade in caso di aumento o superamento delle soglie appena elencate. Rispetto agli importi erogati nel 2018, invece, si tratta di poter ricevere 453 euro per 13 mensilità.

Come presentare domanda di pensione sociale

La domanda di assegno sociale prevede nel 2018 dei diversi requisiti anagrafici (compimento di 66 anni e sette mesi) e di reddito. Confermate, invece, le modalità di presentazione mediante:

Alla domanda di pensione minima, dovranno essere allegati anche i documenti per attestare la situazione di disagio e la richiesta di assegno sociale. Per i dati personali, utili soprattutto per la verifica del nuovo requisito anagrafico, è possibile presentare anche una autocertificazione.

Da allegare, anche una dichiarazione sulla situazione reddituale per la verifica del secondo requisito per l’accesso alla prestazione. I redditi assoggettabili all’Irpef, i redditi di terreni e fabbricati, le pensioni di guerra e le pensioni agli invalidi civili, ad esempio, rientrano in redditi ulteriori da considerare per il calcolo della soglia Irpef annuale. I redditi sulla casa di abitazione ed i trattamenti di fine rapporto, invece, non sono aggiunti nel suddetto calcolo.

Maggiori info sul sito dell’INPS, occhio però a età minima e importi che risultano ancora non aggiornati mentre vi scrivo.

Condividi.

Sull'Autore

Laureata in economia e commercio con una tesi in Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane, si occupa della redazione di contenuti economici da oltre 4 anni.

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.