Aumento pensioni 2018, circolare INPS con gli importi e altre novità

Aumento pensioni 2018: per effetto delle variazioni comunicate dall'ISTAT l'INPS comunica che ci sarà una rivalutazione degli importi delle pensioni per il 2018, dopo 2 anni di stagnazione. L'INPS comunica inoltre la data di pagamento della pensione di gennaio 2018 e l'andamento dei primi pagamenti di APE Sociale.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

L’INPS comunica l’ aumento pensioni 2018 per effetto delle variazioni comunicate dall’ISTAT vi sarà una rivalutazione delle prestazioni pensionistiche. Con la Circolare 186 del 21/12/2017 l’INPS comunica ilrinnovo delle pensioni, delle prestazioni assistenziali e delle prestazioni di accompagnamento alla pensione per l’anno 2018.

In breve gli aumenti pensioni 2018 si possono riassumere così:

  • le pensioni minime saliranno da 501,89 a 507,42 euro al mese;
  • l’assegno di 2 volte il minimo salirà di 11 euro mensili;
  • i trattamenti superiori a 3.011 euro al mese saliranno di circa 180 euro l’anno, ovvero di 14,9 euro al mese.

INPS: Aumento pensioni 2018, calcolo

In Gazzetta Ufficiale n. 280 del 30 novembre 2017, è stato pubblicato il Decreto del 20 novembre 2017 emanato dal MEF e di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali. Il Decreto recante il “Valore della variazione percentuale, salvo conguaglio, per il calcolo dell’aumento pensioni spettante per l’anno 2017, con decorrenza dal 1° gennaio 2018, nonché valore definitivo della variazione percentuale da considerarsi per l’anno 2016, con decorrenza dal 1° gennaio 2017”.

La suddetta rivalutazione è calcolata in base alle disposizioni di cui all’art. 34 L. 448/1998, sulla base del cosiddetto cumulo perequativo. Si considerano in questo caso come un unico trattamento, tutte le pensioni di cui il soggetto è titolare, sia se erogate dall’INPS che dagli altri Enti, elencate nel Casellario Centrale delle Pensioni.

L’aumento della pensione spettante complessivamente viene poi ripartito sulle pensioni in misura proporzionale.

Pensioni 2018: pagamento rata al 3 gennaio 2018

Con ulteriore messaggio l’INPS comunica che a gennaio il pagamento delle pensioni, dell’assegno di invalidità, della pensione di inabilità, delle indennità di accompagnamento e delle rendite vitalizie dell’INAIL, saranno effettuati il secondo giorno bancabile.

Quindi la pensione di gennaio 2018 sarà pagata da Poste Italiane SpA e dalle altre banche il 3 gennaio 2018.

Primo pagamento APE Sociale il 22 dicembre

L’INPS comunica infine che il 22 dicembre sono stati emessi i primi pagamenti dell’APE Social. Gli assegni pagati sono stati circa il 78% del totale delle pensioni anticipate accordate.

Le pensioni APE Sociale sono state pagate a 9839 beneficiari, pari quindi come detto sopra al 78% dei soggetti che hanno fatto domanda entro il 15 luglio 2017.

L’Istituto previdenziale continuerà nei prossimi giorni con i pagamenti delle 2.785 domande restanti. Infine comunica che i prossimi pagamenti saranno effettuati dal prossimo 20 gennaio 2018.

Pagamenti APE volontaria

Per quanto riguarda l’APE volontaria l’INPS è ancora in attesa della firma degli accordi quadro fra Ministeri, ABI e ANIA. Successivamente sarà possibile fare la relativa domanda di ammissione all’Anticipo Pensionistico Volontario.

- Circolare numero 186 del 21-12-2017
» 1,3 MiB - 1.529 hits - 22 dicembre 2017

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti