Pensione Anticipata: in arrivo i decreti in Gazzetta Ufficiale

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Marco Leonardi, ha annunciato che entro il 18 giugno 2017, saranno pubblicati i decreti sulla pensione anticipata e APE sociale sulla Gazzetta Ufficiale.

Il consigliere di Palazzo Chigi Marco Leonardi, ha annunciato che entro il 18 giugno 2017, saranno pubblicati i decreti sulla pensione anticipata e APE sociale sulla Gazzetta UfficialeI testi già presentati precedentemente subiranno alcune modifiche, come ad esempio il requisito dei tre anni e sette mesi della pensione di vecchiaia.  Subito dopo la pubblicazione dei decreti ufficiali saranno pubblicati anche i documenti che andranno ad illustrare le procedure per richiedere l’APE Sociale e la pensione anticipata.

Pensione anticipata: La data di scadenza

Come sappiamo già delle precedenti notizie sulla pensione anticipata, la richiesta dovrà essere fatta entro e non oltre il 15 luglio 2017.

L’INPS per velocizzare il procedimento ha dichiarato di aver già terminato tutte le documentazioni per richiedere l’APE Sociale.

La data di scadenza per la presentazione della domanda per l’anticipata pensione è stabilita entro e non oltre il 15 luglio 2017. Questa scadenza è valida solo  per coloro che maturano i requisiti per la pensione entro il 2017.

Per coloro che non hanno maturato ancora i requisiti per richiedere l’APE Sociale, la data di scadenza è il 30 marzo 2018.

Il nuovo decreto sulla pensione anticipata che sarà pubblicato in questi giorni sulla Gazzetta Ufficiale, è composto da ben 13 articoli, che spiegano nel dettaglio tutti i requisiti, le modalità per la presentazione della domanda e le cause di incompatibilità con l’APE Sociale.

Decreto pensione anticipata e APE sociale

Secondo il decreto ufficiale per accedere alla pensione anticipata, bisogna aver raggiunto almeno il 63° anno di età. Inoltre non è possibile richiedere l’APE sociale se il lavoratore è in possesso di una pensione diretta. 

Il decreto stabilisce anche le categorie di lavoratori che possono richiedere l’APE sociale, ovvero:

  • I disoccupati per licenziamento;
  • Lavoratori che assistono da ameno sei mesi un parente di primo grado con handicap gravi;
  • Invalidi civili del 74% che hanno maturato i 30 anni di contributi;
  • Lavoratori gravosi con 36 anni di contributi.

Come sappiamo, i fondi stanziati per la pensione anticipata non sono illimitati, infatti può capitare che le risorse finanziare disponibili per l’anno in corso terminino in anticipo. In questo caso, coloro che hanno diritto all’APE sociale saranno rimborsati alla prima decorrenza utile per il pagamento.

Un’importante novità inserita sul nuovo decreto è la retroattività della pensione anticipata, ovvero il pagamento di tutti gli arretrati maturati dal 1 maggio 2017. L’Ape sociale è erogato su 12 mensilità.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Altri articoli interessanti