Riforma del Lavoro, il testo integrale

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Approvato il disegno di legge, salvo intese, di riforma del mercato del lavoro

La riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita

Nel pomeriggio del 23 marzo è stata approvata dal Consiglio dei Ministri la riforma del lavoro. Il veicolo normativo scelto è il Disegno di Legge, quindi la riforma, presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità, Prof.ssa Elsa Fornero, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Mario Monti, al Consiglio dei Ministri, sarà sottoposta all’esame delle Camere le quali si presume entro l’estate dovranno legiferare in materia entro i limiti indicati dal Governo.

Il testo integrale in formato PDF

Nei prossimi giorni affronteremo punto per punto i temi più importanti previsti nella riforma del lavoro Fornero.

Sfoglia on-line

SOMMARIO

1 PREMESSA

2 TIPOLOGIE CONTRATTUALI
2.1 Contratto a tempo determinato
2.2 Contratto di inserimento
2.3 Apprendistato
2.4 Contratto di lavoro a tempo parziale
2.5 Contratto di lavoro intermittente
2.6 Lavoro a progetto
2.7 Partite IVA
2.8 Associazione in partecipazione con apporto di lavoro
2.9 Lavoro accessorio
2.10 Tirocini formativi (stage)

3 DISCIPLINA SULLA FLESSIBILITA’ IN USCITA E TUTELE DEL LAVORATORE
3.1 Revisione della disciplina in tema di licenziamenti individuali
3.2 Rito processuale veloce per le controversie in tema di licenziamento

4 AMMORTIZZATORI SOCIALI
4.1 Assicurazione sociale per l’impiego (ASPI) – Situazione a regime
4.1.1 Ambito
4.1.2 Requisiti
4.1.3 Durata massima
4.1.4 Importo
4.1.5 Nuova occupazione
4.2 Assicurazione sociale per l’Impiego – trattamenti brevi (Mini-ASpI)
4.3 Contribuzione
4.4 Abrogazioni
4.5 Cassa Integrazione Straordinaria
4.6 Addizionale comunale sui diritti di imbarco
4.7 ASPI – Transizione
4.7.1 Importo
4.7.2 Durata
4.8 Assicurazione sociale per l’Impiego – trattamenti brevi (Mini-ASpI) – Transizione
4.9 Indennità di mobilità
4.9.1 Durata
4.9.2 Importo
4.10 Contributo di finanziamento

5 ESTENSIONE DELLE TUTELE IN COSTANZA DI RAPPORTO DI LAVORO
5.1 Previsione di fondi di solidarietà bilaterali per la tutela in costanza di rapporto di lavoro per i settori non coperti dagli interventi di integrazione salariale
5.1.1 Procedura di istituzione dei fondi
5.1.2 Funzionamento fondi
5.1.3 Obblighi
25.2 Fondi interprofessionali per la formazione continua
5.3 Messa a regime della Cassa Integrazione Straordinaria per alcuni settori
5.4 Indennità per le giornate di mancato avviamento al lavoro per i lavoratori delle società derivate dalla trasformazione delle compagnie portuali. Messa a regime

6 PROTEZIONE DEI LAVORATORI ANZIANI
6.1 Tutela addizionale in caso di perdita del posto di lavoro. Cornice giuridica
6.1.1 Requisiti dei lavoratori
6.1.2 Requisiti aziendali
6.1.3 Procedura
6.1.4 Contribuzione
6.1.5 Prestazione
6.1.6 Contribuzione
6.1.7 Transizione
6.1.8 Istituzione di fondi per interventi complementari

7 INTERVENTI PER UNA MAGGIORE INCLUSIONE DELLE DONNE NELLA VITA ECONOMICA 
7.1 Tutela della maternità e paternità e contrasto del fenomeno delle dimissioni in bianco
7.2 Conciliazione e disciplina del congedo di paternità obbligatorio
7.3 Misure volte a favorire la conciliazione vita – lavoro

8 EFFICACE ATTUAZIONE DEL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

9 INTERVENTI VOLTI AL CONTRASTO DEL LAVORO IRREGOLARE DEGLI IMMIGRATI

10 POLITICHE ATTIVE E SERVIZI PER L’IMPIEGO
10.1 Obiettivi
10.2 Principi generali
10.3 Il ruolo dei servizi per l’impiego e delle strutture che li offrono
10.4 Interventi per l’apprendimento permanente

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • carla

    ottimo metodo di informazione antonio!
    …ma sarà crescita?

    • grazie Carla, cerchiamo di fare del nostro meglio… è ancora presto per dire cosa diventerà questa riforma, dal parlamento potrebbe uscire rivoluzionata oppure tal quale! Il filo rosso con la legge Biagi si vede e a distanza di 10 anni si potrebbe almeno in parte scoraggiare le imprese a precarizzare i rapporti di lavoro. Sull'art. 18 non credo che rimarrà così mi aspetto che dovrà essere il giudice a stabilire indennizzo o reintegro per i licenziamenti economici. Per gli altri contratti ci sono buone norme, del resto in Italia non siamo tutti assunti a tempo indeterminato, magari!! Per gli ammortizzatori qualcosa va ritoccato, però credo che ci siano ottimi spunti, almeno per il contrasto agli abusi, dall'una e dall'altra parte.