Pagamenti Inps settembre 2022: tutte le date da segnare sul calendario

A breve avremo i primi pagamenti Inps settembre 2022 a favore degli aventi diritto. Ecco una guida sintetica sui giorni chiave.


Superato ormai il periodo per antonomasia dedicato alle ferie, ai viaggi ed alle vacanze, non sono di certo pochi coloro che si stanno domandando quali sono le date da sottolineare sul calendario, collegate ai pagamenti Inps settembre. E quest’anno le relative informazioni sono ancora più utili e di rilievo, se pensiamo agli aumenti dei prezzi e ai rincari generalizzati degli ultimi mesi.

Eccoci allora alla consueta panoramica dei giorni di riferimento per quanto riguarda il versamento di pensioni, reddito di cittadinanza, Naspi e quant’altro. I dettagli.

Leggi anche: scadenze fiscali di settembre 2022

Pagamenti Inps dell’assegno unico settembre 2022: i giorni chiave

Più volte abbiamo affrontato il tema dell’assegno unico e universale figli a carico, ovvero quello strumento ideato nella prospettiva di razionalizzare e potenziare le misure economiche di sostegno alla natalità e a favore delle famiglie con figli. L’assegno unico e universale consiste in una prestazione economica assegnata mese dopo mese tra il marzo di ogni anno e il febbraio dell’anno successivo. Ne beneficiano concretamente i nuclei familiari con figli al di sotto dei 18 anni a carico e / o figli maggiorenni a carico fino al compimento dei 21 anni. Non dimentichiamo poi che le persone che lo avevano richiesto entro lo scorso giugno, potranno conseguire le mensilità arretrate, da marzo in poi.

Per quanto riguarda le tempistiche dei pagamenti Inps assegno unico di settembre, l’Inps ha indicato che per coloro i quali hanno fatto domanda della prestazione a gennaio e febbraio i versamenti inizieranno “dalla seconda metà di marzo“; mentre per le richieste avanzate dal primo marzo il versamento sarà compiuto “alla fine del mese successivo a quello di presentazione della domanda“.

In altre parole, il pagamento dell’assegno è previsto dal giorno 16 del mese per i beneficiari che hanno fatto domanda a gennaio e febbraio di quest’anno, mentre tutti gli altri incasseranno l’importo alla fine del mese posteriore a quello di presentazione della domanda. Sostanzialmente, chi fa richiesta ora vedrà l’erogazione della prima rata a fine ottobre.

Ecco perché possiamo affermare che i pagamenti Inps settembre assegno unico saranno coincidenti con la seconda metà del mese.

Pagamento pensioni settembre 2022: il calendario e le date

I giorni dei pagamenti Inps pensioni agli sportelli sono tornati i soliti, ovvero quelli anteriori alla fase di pandemia. La pensione sarà a settembre versata nella prima settimana del mese e non più in anticipo. Sarà però nuovamente rispettato il calendario con turnazione alfabetica, come di seguito riportato:

  • giovedi primo settembre: cognomi A-B;
  • venerdì 2 settembre: cognomi C-D;
  • sabato 3 settembre (mattina): cognomi E-K;
  • lunedì 5 settembre: cognomi L-O;
  • martedì 6 settembre: cognomi P-R;
  • mercoledì 7 settembre: cognomi S-Z.

Dal primo settembre (primo giorno bancabile) avremo altresì l’accredito delle pensioni sui c/c dei beneficiari, in riferimento a chi ha un conto corrente postale, un libretto di risparmio o una Postepay Evolution. Analoghe considerazioni sui pagamenti Inps per i pensionati che incassano la prestazione previdenziale in contanti agli sportelli Poste Italiane ATM.

Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza: le date da segnare per settembre 2022

Tutti ormai conoscono il reddito di cittadinanza, ovvero la discussa misura introdotta alcuni anni fa dal Governo al fine di costituire una risposta alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale di chi si trova senza lavoro. Parallelamente al RdC si colloca la pensione di cittadinanza ed ambo le misure danno luogo al versamento di una somma mensile nella carta RdC, che rappresenta uno strumento di pagamento elettronico ad hoc – emesso a favore dei beneficiari da parte delle Poste.

Ebbene, per quanto riguarda il mese di settembre 2022 le ricariche della carta RdC – e dunque i pagamenti Inps – interesseranno i giorni che seguono:

  • a cominciare da lunedì 26 per coloro che già sono beneficiari del reddito / pensione di cittadinanza e che hanno incassato la prestazione nei mesi passati;
  • a cominciare da giovedì 15 per i coloro che incasseranno la prima tranche della misura contro la povertà. Pertanto da questo giorno i nuovi percettori della misura potranno ritirare per la prima volta agli sportelli di Poste Italiane la carta RdC, insieme alla ricarica del primo mese.

Non vi sono dunque sostanziali variazioni rispetto alle regole finora applicate.

Pagamenti Inps di Naspi e DIS-COLL nel mese di settembre: quando?

Naspi e DIS-COLL sono due distinte misure erogate da Inps, accomunate dal fatto che entrambe intendono tutelare coloro che, in via del tutto involontaria, perdono il lavoro. Si tratta di sussidi che sono versati dall’istituto di previdenza in via diretta a colui che ne beneficia, ma su domanda dell’avente diritto.

Nessuna novità anche per il mese di settembre in quanto le date dei pagamenti Inps delle prestazioni Naspi e DIS-COLL saranno come sempre variabili e non uguali per tutti i destinatari delle misure. Ciò dipende dal fatto che le date di accredito cambiano in base al giorno di presentazione della domanda e alle disponibilità a livello finanziario delle sedi Inps sparse sul territorio nazionale. Comunque i primi versamenti Inps di queste due prestazioni non saranno anteriori alle date dell’8-10 settembre.

Se l’interessato vuole conoscere con esattezza il giorno del versamento, può però fare una verifica sul cd. Fascicolo Previdenziale del cittadino, online sul portale Inps nella sezione ad hoc “Prestazioni e servizi – Fascicolo previdenziale“. Al fine di accedere al servizio è però necessario utilizzare le credenziali SPID, CIE o CNS.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email