Circolare Inps: invio attestati di malattia all'indirizzo PEC del cittadino

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Circolare Inps nr. 164/2010, sulle modalità operative per richiedere la trasmissione dei certificati di malattia al proprio indirizzo di PEC.

L’Inps con circolare nr. 164 del 28 dicembre scorso, fornisce istruzioni operative per l’invio delle attestazioni di malattia alla casella di Posta Elettronica Certificata del cittadino che ne fa richiesta.

Questa circolare integra e completa la precedente circolare INPs nr. 60/2010 , con la quale l’Istituto, in attuazione di quanto previsto dalle recenti disposizioni normative (decreto del Ministero della Salute, di concerto con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero dell’economia e delle finanze del 26.02.2010 e circolare n. 1/2010 del  Dipartimento della funzione pubblica),  ha fornito indicazioni in merito ai servizi messi a disposizione dei cittadini lavoratori, sia pubblici che privati, per la consultazione e la stampa dei propri certificati di malattia inviati telematicamente dal medico curante.

Il cittadino, dopo aver scelto sul sito Internet dell’Inps l’opzione “consultazione certificati di malattia” ed aver immesso il codice PIN di identificazione, visualizza un pannello sul quale può scegliere di consultare i certificati telematici a lui rilasciati e/o di gestire la richiesta di invio degli attestati alla sua casella di Posta Elettronica Certificata.

La scelta di questa seconda funzione presenta lo stato (attivo, disattivo) della richiesta; su tale stato il cittadino interessato può intervenire per modificare la condizione della richiesta.

Il cambiamento dello stato iniziale da “disattivo” a quello “attivo” determinerà la ricerca automatica nell’indice delle PEC (CEC-PAC) del cittadino e la sua visualizzazione; a tale indirizzo di posta elettronica verranno inviati gli attestati.

La disattivazione del servizio si ottiene selezionando la stessa funzione e  variando lo stato della richiesta in “disattivo”.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti