Agenzie per il Lavoro: cosa sono e quali funzioni svolgono

Cosa sono le Agenzie per il lavoro e quali funzioni svolgono? A queste e ad altre domande cerchiamo di dare risposta in questa breve guida esplicativa.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Quando si è alla ricerca di un lavoro è molto facile leggere annunci di lavoro pubblicati dalle Agenzie per il lavoro e non dall’azienda interessata ad assumere. Si tratta di operatori professionali privati che svolgono principalmente attività di intermediazione di lavoro, ricerca, selezione del personale e a determinati requisiti anche somministrazione. Esistono anche le Agenzie per il lavoro pubbliche, parliamo in questo caso dei Centri per l’Impiego che svolgono questo ruolo, insieme ad altri compiti perlopiù amministrativi, come ad esempio l’iscrizione negli elenchi delle categorie protette, oppure il rilascio del certificato di disoccupazione

Le agenzie private devono essere necessariamente autorizzate dall’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) ad offrire servizi relativi all’intermediazione fra domanda e offerta di lavoro e devono essere iscritte obbligatoriamente in un apposito Albo informatico. Le aziende che si dovessero trovare a svolgere queste funzioni senza la necessaria autorizzazione potrebbero incorrere in specifici reati di tipo amministrativo. Ma vediamo più nel dettaglio cosa sono e come funzionano.

Agenzie per il Lavoro: cosa sono

Prima di spiegare cosa sono, bisogna fare una distinzione tra Agenzia per il lavoro e la vecchia Agenzia Interinale. Infatti, molti soggetti che sono alla ricerca di una nuova occupazione, associano alle due tipologie di Agenzie le stesse funzioni. Anche se possono sembrare uguali, sono due realtà totalmente differenti la prima è il superamento dell’altra. L’attività dell’agenzia del lavoro è disciplinata dal decreto legislativo del 10 settembre 2003, n. 27 e attuato con DM 10 aprile 2018, recante i requisiti necessari per poter operare in questo ambito.

L’Agenzia del lavoro è quell’ente privato che ha come scopo quello di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Infatti, essa fornisce alle aziende strumenti e servizi di:

  • Intermediazione;
  • Ricerca e selezione del personale;
  • Supporto alla ricollocazione professionale;
  • somministrazione di personale a tempo determinato o indeterminato.

Quindi l’agenzia da una parte serve le aziende clienti a trovare personale adeguato alle proprie esigenze, dall’altro assiste i candidati fornendo supporto per loro la formazione adeguata e per la ricerca di un impiego adeguato alle loro competenze e aspirazioni.

Agenzie per il Lavoro: quanti tipi esistono

Esistono diverse tipologie di Agenzie per il lavoro:

  • Somministrazione di tipo specialista: Questa tipologia di Agenzia si differenziano dalle altre per il fatto che possono somministrare i propri lavoratori solo attraverso contratti a tempo indeterminato;
  • Agenzie di somministrazione generalista: sono quelle che svolgono attività di somministrazione di manodopera, di intermediazione, ricerca e selezione del personale, attività di supporto alla ricollocazione professionale.
  • Intermediazione: E’ quella tipologia di Agenzia svolge principalmente le seguenti attività: Pubblicare annunci di lavoro, raccogliere i Cv, effettuare colloqui preliminare. Inoltre, può svolgere anche l’intera fase di assunzione e formazione di un dipendente idoneo a ricoprire la mansione richiesta dall’azienda;
  • Ricerca e selezione del personale: Svolgono principalmente attività di consulenza alle aziende che sono alla ricerca di una dipendente. Infatti, esse cercano di individuare i candidati migliori per ricoprire una delle posizioni lavorative ricercate dall’azienda committente;
  • Per la ricollocazione professionale: Svolge esclusivamente attività finalizzate alla ricollocazione nel mercato del lavoro.

Agenzie per il lavoro: come funzionano 

Come già anticipato in premessa, le Agenzie del Lavoro svolgono un’attività di intermediazione, ricerca e selezione del personale. A determinate condizioni possono anche assumere direttamente il personale da somministrare poi alle aziende clienti: si parla in questo caso di somministrazione di lavoro.

Possono utilizzare un’agenzia per il lavoro tutti i soggetti che sono alla ricerca di una posizione lavorativa, consegnando semplicemente il proprio Cv e la lettera di presentazione e richiedere l’inserimento nella propria banca dati.

Allo stesso tempo le aziende che sono alla ricerca di nuovo personale da inserire nel proprio organico, possono usufruire dei servizi offerti da queste tipologie di agenzie. I vantaggi in questo caso sono numerosi, in quanto queste aziende possono esternalizzare i costi relativi alla selezione e gestione del personale; in alcuni casi possono altresì procedere all’aumento di personale senza procedere direttamente a nuove assunzioni.

Come aprire un’Agenzia di Lavoro e quali sono i requisiti

In ultimo vediamo come aprire un’Agenzia di Lavoro e quali sono i requisiti da possedere, anche se l’operazione è davvero molto complessa e difficilmente riducibile a poche righe. Aprire un’Agenzia per il lavoro è una procedura molto complessa da svolgere, anche perchè bisogna affrontare una procedura burocratica abbastanza complessa. Quindi se si vuole avviare un’attività in questo Business molto profittevole, consigliamo di affidarvi ad un professionista che sa bene come muoversi tra le normative e l’iter previsto dalla legge.

I requisiti richiesti per aprire un’Agenzia per ricercare Lavoro sono stati recentemente aggiornati con apposito Decreto del Ministero del Lavoro, qui di seguito ne vediamo solo alcuni a titolo esplicativo:

  • Versare un capitale sociale variabile fra i 25.000 e i 600.000 euro a seconda della tipologia di agenzia da avviare;
  • Le forme giuridiche più idonee a tale attività imprenditoriale sono la Società per Azioni (S.p.A) e la Società Cooperativa;
  • Avere competenze nel settore HR;
  • Gli uffici dovranno avere una dimensione minima di 50 mq;
  • Solo per il primo biennio è obbligatorio depositare presso una banca una cauzione pari a 350.000 euro.

Infine, oltre a possedere i requisti precedentemente elencati per aprire un’agenzia di Lavoro è obbligatorio richiedere l’autorizzazione al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Successivamente all’autorizzazione, bisognerà  iscrivere ad una sezione apposita dell’Albo informatico, che cambia a seconda dei servizi che si intende offrire. Per ulteriori informazioni su come aprire un’attività di questo genere, consigliamo di affidarsi ad un professionista in questo settore.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.