Contratto di Stage: Stipendio e ferie

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Ormai molte aziende italiane, decidono di assumere personale tramite contratto di stage. Vediamo tutti i diritti e i doveri dello stage lavorativo.

Ormai molte aziende italiane, decidono di assumere personale tramite contratto di stage. Nella maggior parte dei casi le aziende sfruttano l’inesperienza lavorativa dei lavoratovi così da pagare meno tasse e uno stipendio minimo al lavoratore.

Quindi cosa bisogna sapere sul contratto di stage per non essere sfruttati?  Vediamo tutto nel dettaglio.

Contratto di Stage: Le informazioni da conoscere

Da come abbiamo anticipato, il contratto di stage è un contratto fra i più utilizzati attualmente in Italia. Molti neo-lavoratori però non conoscono tutti i particolari diritti e doveri presenti al suo interno.

Nonostante il suo abbondante utilizzo, da molti viene considerato solo uno strumento che alimenta il precariato, mentre da altri viene considerato uno degli strumenti migliori per inserire studenti nel mondo del lavoro.

Il contratto stage può essere stipulato da:

  • aziende private,
  • enti pubblici,
  • organizzazioni no-profit.

Bisogna precisare che, le aziende che hanno più di 20 dipendenti al suo interno, possono assumere solo il 10% di stagisti. La durata dello Stage varia da 3 a 6 mesi e può essere rinnovato senza problemi ad 1 anno di contratto.

Prima della riforma del lavoro 2012, le aziende non erano obbligate a dare un compenso economico al tirocinante, ma con la nuova riforma del lavoro, qualsiasi azienda che decide di stipulare un contratto stage oppure meglio conosciuto come tirocinio, è obbligato a dare un compenso economico anche minimo al stagista.

Gli stipendi del contratto di stage

Sicuramente una delle domande che vengono poste è quella di sapere quale sarà il compenso economico del contratto stage 2017. Prima di parlare di compenso economico, bisogna sottolineare alcuni aspetti fondamentali.

Il contratto di tirocinio non è un vero e proprio  rapporto lavorativo, quindi non esistono delle disposizioni da seguire come ad esempio i contratti collettivi nazionali. Nonostante ciò, l’azienda che stipula un contratto di stage sarà obbligata a garantire un’indennità di partecipazione o di rimborso spese.

Il compenso economico stabilito dalla legge per lo svolgimento di un tirocinio non potrà essere mai inferiore a 300 euro lordi mensili.

Ferie e permessi di un contratto stage

Da come abbiamo già spiegato, il contratto stage non è considerato un contratto lavorativo vero e proprio, quindi lo stagista non potrà maturare ferie e permessi retribuiti.  Nonostante ciò, il lavoratore tirocinante potrà concordare ferie e orari di lavoro con il titolare dell’azienda.

In caso di malattia, il tirocinante non è obbligato a presentare il certificato medico. Infine l’azienda nonostante il contratto stage, è obbligata ad effettuare l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro al suo stagista.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Altri articoli interessanti