E-Fattura 2018: cos’è e come funziona la fattura elettronica b2b

E-Fattura 2018, cosa c'è da sapere sulla fattura elettronica fra privati? Ecco l'approfondimento dell'Agenzia delle Entrate.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Con il primo luglio alle porte si intensifica l’attività dell’Agenzia delle entrate perchè tutto sia pronto per l’uso della e-fattura. Da luglio infatti, lo ricordiamo, le spese carburante e le prestazioni rese da subappaltatori e sub contraenti vanno necessariamente fatturate con la fattura elettronica fra privati.

Per gli obblighi con decorrenza 1° luglio l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato la circolare 8 /E del 30 aprile; con la quale fornisce tutti i chiarimenti necessari ai contribuenti, agli intermediari e agli operatori dell’Agenzia del territorio.

Nella stessa data del 30 aprile è stato altresì pubblicato il provvedimento direttoriale prot. 89757/2018 recante: Regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato

E-fattura b2b, come funziona

Con il provvedimento vengono rilasciate le istruzioni sugli strumenti ufficiali delle Entrate per la gestione della e-fattura b2b.

Si tratta di:

  • un app;
  • una procedura online;
  • ed un software.

L’Agenzia li mette a disposizione gratuitamente per predisporre, generare e trasmettere la fattura elettronica fra privati.

Sono diverse quindi le novità in materia che serviranno nel complesso a semplificare il nuovo processo di fatturazione elettronica. L’Agenzia ad esempio ha predisposto un servizio web e una app dedicata, attraverso i quali il soggetto che emette la e-fattura potrà acquisire in automatico, tramite un QR-code, tutti i dati delle Partite IVA registrate.

Anche la conservazione delle fatture sarà semplificata, infatti l’Agenzia, su richiesta del contribuente, potrà custodire i documenti elettronici. Infine sarà predisposto un nuovo nuovo servizio web, anch’esso gratuito; questo servizio permetterà di registrare la Pec prescelta per ricevere le fatture elettroniche, al fine di semplificare il processo di recapito delle fatture così predisposte.

Ma vediamo in breve tutti i dettagli del provvedimento sulla e-fattura b2b con l’ausilio del comunicato stampa rilasciato dalle Entrate.

Come fare fattura elettronica tra privati

Si potrà generare e trasmettere le e-fatture con strumenti gratuiti del Fisco. Il contribuente non sarà quindi obbligato ad acquistare costosi software a tale scopo. A tal proposito l’Agenzia, come anticipato in premessa rilascerà una apposita procedura telematica, una app per smartphone e tablet e un programma da installare su computer.

Le fatture elettroniche saranno quindi trasmesse in modalità protetta e criptata tramite il Sistema di Interscambio (SdI). Queste potranno essere trasmesse, anche tramite intermediari, via PEC, o tramite apposite procedure via web e app. Superati positivamente i controlli minimi su alcuni dati obbligatori della fattura, entro 5 giorni verrà quindi recapitata una “ricevuta di consegna” e la fattura si considererà emessa.

E-fattura consumatori finali, forfettari, contribuenti minimi e piccole partite Iva

Nel caso in cui la e-fattura sia destinata a un consumatore finale, un forfettario, un contribuente minimo o che rientra nei regimi agevolati dell’agricoltura, l’emittente potrà valorizzare solo il campo “Codice Destinatario”.

La fattura sarà quindi recapitata al destinatario attraverso la messa a disposizione del file in un’apposita area web riservata dell’Agenzia delle Entrate.

Conservazione e-fatture

Come vanno conservate le fatture elettroniche fra privati? I cedenti/prestatori e i cessionari/committenti residenti, stabiliti o identificati in Italia possono usufruire di un ulteriore servizio sicuro e gratuito.

Si tratta del servizio di conservazione e archiviazione delle fatture elettroniche e le note di variazione trasmesse e ricevute attraverso il Sistema di interscambio. L’Agenzia infine prevede un servizio di ricerca, consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche emesse e ricevute.

Fattura elettronica 2018, sicurezza

Tutta la gestione della fatturazione elettronica avverrà tramite protocolli sicuri su rete internet.

Tutte le operazione di consultazione avvengono inoltre con un sistema sicuro di profilazione, identificazione, autenticazione e autorizzazione.

Fattura elettronica Carburanti

L’Agenzia ha infine predisposto la circolare 8/E con la quale fornisce tutte le indicazioni e le ultime novità su: fatturazione e pagamento per la cessione di diesel e benzina a partire dal prossimo 1° luglio e sulle nuove regole sui contratti d’appalto.

A tal proposito leggi: fattura elettronica carburante 2018

Provvedimento Agenzia delle Entrate Prot. n. 89757/2018 del 30 aprile

Vi lasciamo quindi alla lettura del provvedimento Prot. n. 89757/2018 dell’Agenzia delle Entrate per leggere nel dettaglio tutte le novità in materia di fattura elettronica b2b.

Provvedimento Ag. Entrate Prot. n. 89757/2018
» 176,6 KiB - 306 hits - 7 maggio 2018

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Share.

About Author

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti

Comments are closed.