Bonus occupazione Sud 2017, istruzioni requisiti e domanda dello sgravio INPS

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'INPS illustra il Bonus occupazione sud 2017 e fornisce istruzioni requisiti e domanda per la fruizione dello sgravio da parte delle aziende.

La Legge di Bilancio 2017 (ex Legge di Stabilità) ha introdotto un bonus per le assunzioni o stabilizzazioni a tempo indeterminato, tecnicamente denominato Incentivo occupazione SUD, anche detto Bonus occupazione sud 2017.

Si tratta di un incentivo per le imprese, sotto forma di sgravio contributivo fino a 8060 euro annui, per l’assunzione (o la stabilizzazione tramite trasformazione) di lavoratori a tempo indeterminato di qualsiasi età in alcune Regioni “meno sviluppate” o “in transizione”.

Il Bonus occupazione sud 2017 è uno sgravio contributivo sulla falsa riga dell’esonero contributivo triennale previsto per il 2015 e l’esonero biennale per il 2016.

Con la Circolare numero 41 del 01/03/2017 l’INPS illustra nel dettaglio la disciplina sul Bonus occupazione sud 2017 e fornisce le indicazioni operative per la fruizione da parte delle aziende.

Leggi anche: esonero contributivo 2017

Bonus occupazione sud 2017, quanto spetta

Lo sgravio contributivo per il sud 2017 è un bonus del 100% dei contributi a carico dell’azienda, con il limite di 8060 euro annui. Sono esclusi dallo sgravio la contribuzione e i premi INAIL.

A differenza dei precedenti sgravi simili, di cui detto sopra, lo sgravio verrà attribuito nei limiti degli importi stanziati cioè 530 milioni di euro di cui:

  • 500 milioni di euro per le Regioni “meno sviluppata”: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
  • 30 milioni di euro per le Regioni “in transizione”: Molise, Abruzzo e Sardegna.

Rapporti incentivati

Lo sgravio spetta per le assunzioni a tempo indeterminato anche parziali e per le trasformazioni di contratti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato anche parziali avvenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017.

Sono escluse dalla normativa:

  • apprendistato;
  • lavoro domestico;
  • lavoro intermittente;
  • prestazioni di lavoro accessorio.

Requisiti dei lavoratori per i quali spetta l’incentivo

L’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro che assumono persone disoccupate ai sensi dell’art. 19 del D. lgs. 150/2015 in possesso di queste caratteristiche:

  1. per giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni (e 364 giorni), basta solo lo status di disoccupato;
  2. i lavoratori con oltre 25 anni compiuti, oltre allo Status di disoccupato, devono essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi (cioè senza contratto a tempo indeterminato);
  3. i lavoratori non devono aver avuto rapporti di lavoro con lo stesso datore negli ultimi 6 mesi.

Come detto le suddette regole non valgono in caso di trasformazione di rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato.

L’esonero contributivo 2017, potrà essere richiesto per le assunzioni avvenute nelle sedi di lavoro rientranti in una delle regioni su elencate, a prescindere dalla residenza del lavoratore.

Per i datori di lavoro

L’incentivo è subordinato:

  • alla regolarità degli obblighi contributivi (DURC);
  • all’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
  • al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali e territoriali;
  • all’applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione D. lgs 150/2015.

Lo sgravio potrà essere richiesto telematicamente attraverso l’area Di.Re.Sco. sul sito dell’INPS quando sarà attivo il modulo di istanza on-line “B.SUD”, disponibile presumibilmente entro il 15 marzo.

Le prime istanze, pervenute entro 15 giorni dall’uscita del modulo, saranno valutate cumulativamente in ordine cronologico di assunzione o trasformazione.

Successivamente varrà l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza fino a quando ci sarà disponibilità dei fondi.

Vi lascio comunque alla lettura della Circolare INPS numero 41 del 01-03-2017 per tutti i dovuti approfondimenti.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti