Cassa Integrazione Ordinaria dopo il Jobs Act, la guida dei CdL

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


La guida della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro sulla Cassa Integrazione Ordinaria dopo il Jobs Act

La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha pubblicato la circolare n. 24/2015, con la quale analizza il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148 recante disposizioni di riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n.183 (cd Jobs Act) e la circolare n.197 INPS del 2 dicembre 2015 che ha fornito le istruzioni operative in ambito previdenziale per una corretta applicazione dei trattamenti di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria e Cassa Integrazione Straordinaria.

Con la circolare n.24/2015, la Fondazione Studi ha inoltre evidenziato le criticità rimaste ancora irrisolte, ad oltre due mesi dell’entrata in vigore della norma, auspicando urgenti chiarimenti.

I NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN COSTANZA DI RAPPORTO DI LAVORO: LA CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA

Analisi del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148 recante disposizioni di riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n.183

Premessa

La riforma degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro è stata attuata con il Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015 ed entrato in vigore il giorno successivo.

Il decreto disegna un nuovo sistema di ammortizzatori sociali, introduce un unico testo normativo di 47 articoli, elimina di fatto la cassa in deroga (aumentando per contro il raggio d’azione e l’operatività dei fondi di solidarietà bilaterali), ridefinisce i contratti di solidarietà (che perdono la loro autonomia diventando una delle causali di intervento della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) e concentra tutte le possibili richieste su 2 tipologie di interventi:

  • le integrazioni salariali (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria e Straordinaria, che come anticipato comprende il Contratto di Solidarietà);
  • i fondi di solidarietà bilaterali già previsti dalla Legge Fornero, che oggi vengono completamente ridisciplinati assorbendo, tra gli altri, i contratti di solidarietà di tipo B.

Continua a leggere la Circolare: www.consulentidellavoro.it

  Circolare INPS numero 197 del 02-12-2015 (292,0 KiB, 518 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti