Super Bonus garanzia giovani, cos’è e come ottenerlo

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Il Super Bonus serve a favorire la stabilizzazione dei giovani duranet o dopo un tirocinio extracurriculare di Garanzia Giovani

E’ stato di recente introdotto con il Decreto Direttoriale n.16 del 3 febbraio 2016 pubblicato nella sezione “Pubblicità Legale” del sito istituzionale del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociale, un “Super Bonus Occupazionale trasformazione tirocini” nei limiti massimi previsti dall’articolo 32 del Regolamento UE n. 651/2014. L’obiettivo di questa misura è di promuovere e favorire l’inserimento occupazionale dei giovani.

Super Bonus, di cosa si tratta

Si tratta di un incentivo economico usufruibile per un anno in 12 rate mensili, per quei datori di lavoro che stabilizzano a tempo indeterminato, dal 1° marzo 2016 al 31 dicembre 2016, soggetti assunti con tirocinio avviato entro il 31 gennaio 2016 in ambito del Programma “Garanzia Giovani”. L’assunzione deve comportare un incremento occupazionale netto.

Inoltre, i giovani all’inizio del percorso, come requisito, dovevano rientrare nella cosiddetta categoria “neet” cioè “che non lavorano e non studiano”.

Quanto spetta

L’incentivo in esame può essere fruito oltre i limiti del regime “de minimis” di cui al Regolamento (UE) n.1407/2013 ed è cumulabile con altre agevolazioni contributive previste per le assunzioni.

L’importo corrispondente a questa agevolazione, si estrapola dalla classe di profilazione attribuita dal Centro per l’Impiego nelle apposite tabelle.

I requisiti previsti per poter ottenere l’incentivo sono diversificati a seconda dell’età del soggetto che verrà stabilizzato con un contratto a tempo indeterminato rispettando le due diverse fasce dai 16 ai 24 anni e dai 25 ai 29 anni.

Come si ottiene il Super Bonus garanzia giovani

Sarà l’Inps che accetterà le domande concernenti il Super Bonus, come per il precedente bonus occupazionale Garanzia Giovani, e autorizzerà la fruizione nei limiti dei fondi stanziati dal Governo che ammontano in € 50.000.000 sull’intero territorio nazionale.

Oltre ai requisiti sopracitati, per i giovani dai 25 ai 29 anni, devono ricorrere le seguenti condizioni:

  • stato di disoccupazione pregressa di almeno 6 mesi;
  • non essere in possesso di un diploma di scuola media superiore o di qualifica professionale o completato la formazione da non più di due anni e non abbiano ancora trovato il primo impiego regolarmente retribuito;
  • vengano occupati in professioni dove il tasso di disparità tra uomo-donna supera almeno del 25% la disparità media tra uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato.

Fonte: www.garanziagiovani.gov.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Libero Professionista, Laureata in Scienze Politiche Economiche all'Università di Padova, specializzata in Diritto del Lavoro, in Diritto Tributario e in Diritto Immobiliare, ha un'esperienza pluriennale in consulenza alle imprese in materia di lavoro dalla loro costituzione alle agevolazioni contributive, alla contrattualistica, alla gestione di tutte le problematiche relative al personale dipendente (maternità, malattia, infortuni, ferie, TFR...), all'assistenza in caso di ispezione degli Enti fino alla redazione delle buste paga. Collabora come editor con il sito web "Lavoro e Diritti" per approfondire e tutelare i diritti dei lavoratori.

Altri articoli interessanti