Pagamento pensioni maggio 2021: il calendario con le date dei pagamenti

Anche a maggio si potranno riscuotere le pensioni in anticipo presso le Poste. Gli accrediti in c/c invece arriveranno il 3 maggio.


Quando si può riscuotere la pensione di maggio 2021? Quando si paga il cedolino pensione? L’emergenza da coronavirus ha fatto sì  che l’INPS di concerto con Poste Italiane e la Protezione Civile, mettesse in atto una serie di interventi e misure per cercare in tutti i modi di contenere se non escludere il rischio di contagio. E’ proprio in tal senso si è deciso di anticipare il pagamento delle pensioni mensili, in particolare quelle da riscuotere presso le Poste. Lo scopo evidentemente è quello di evitare assembramenti e code presso gli uffici postali che si creavano normalmente prima della pandemia nei primi giorni del mese.

Anche a maggio 2021 pertanto l’Istituto previdenziale ha anticipato di qualche giorno l’erogazione della pensione fornendo il calendario dei pagamenti in ordine alfabetico. Non cambiano invece le date di pagamento degli assegni in favore dei pensionati che riscuotono la pensione con accredito in conto corrente, sia alle Poste (sia su C/C che su Libretto Postale o PostePay Evolution) che presso le Banche. In questo caso l’accredito dell’assegno avverrà secondo le consuete tempistiche, cioè il primo giorno bancabile del mese, che per maggio sarà Lunedì 3 maggio.

Chi preferisce il pagamento presso lo sportello postale invece dovrà recarsi alle Poste alle date prestabilite dall’INPS, che riportiamo qui di seguito. Il pensionato potrà presentarsi a riscuotere personalmente oppure delegando un altro soggetto. Infine si potrà delegare i carabinieri, come andremo a vedere in seguito.

Ecco il nuovo calendario dei pagamenti delle pensioni di maggio 2021 e le relative istruzioni di riscossione.

Pagamento pensioni maggio 2021

Come anticipato sopra, per evitare inutili code agli sportelli postali ai pensionati e i loro delegati e quindi per far sì che si possa riscuotere la pensione in sicurezza, anche a maggio l’INPS ha disposto l’anticipo del pagamento della pensione. Questo per evitare assembramenti presso gli sportelli delle Poste nei giorni di riscossione degli assegni mensili.

Con ordinanza numero 740 del 12 febbraio 2021 la Protezione Civile ha stabilito che le pensioni di maggio possono essere riscosse presso le Poste da lunedì 26 aprile a venerdì 30 aprile 2021.

Il calendario in ordine alfabetico, che vedremo nel prossimo paragrafo, riguarda quindi solo i pensionati che prendono la pensione direttamente alle Poste, sia di persona che tramite persona delegata).

L’anticipo della pensione non riguarda pertanto coloro che ricevono l’accredito della pensione direttamente sul conto corrente bancario o postale, su Libretto Postale o su PostePay. Detti pensionati riceveranno l’accredito della pensione il primo giorno bancabile del mese di maggio.

Calendario pensioni maggio 2021

Le date di erogazione delle pensioni sono suddivise in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione. Per il mese di Maggio 2021, il pagamento inizia, come detto, dal 26 aprile e finisce il 30 aprile.

Il calendario in ordine alfabetico è il seguente:

  • cognomi dalla A alla C lunedì 26 aprile,
  • dalla D alla G martedì 27 aprile,
  • da H a M mercoledì 28 aprile,
  • da N a R giovedì 29 aprile,
  • e infine dalla S alla Z venerdì 30 aprile.

E’ importante verificare il calendario corretto presso l’ufficio postale di competenza; questo infatti potrebbe subire variazioni rispetto ai singoli uffici postali.

Accredito Pensione in conto corrente

L’accredito della Pensione in conto corrente postale (direttamente su Libretto Postale o PostePay Evolution) o conto corrente bancario arriverà il primo giorno bancabile:

  • per il mese di maggio corrisponde al 3 maggio 2021.

Come riscuotere la pensione alle Poste

Il pensionato può riscuotere la pensione all’ufficio postale sia direttamente che tramite persona delegata.

La data di riscossione corrisponde comunque al cognome del titolare della pensione.

Pensionati Over 75: pagamento pensione tramite i carabinieri

Infine ricordiamo che i pensionati ultra 75enni, che non sono in possesso di un conto corrente, libretto postale o Postepay Evolution possono delegare alla riscossione della Pensione i Carabinieri.

Questo vuol dire che chi non può andare alle Poste e non ha altri metodi per riscuotere l’assegno, può delegare i Carabinieri gratuitamente contattando direttamente la Caserma locale, e chiedendo di poter ricevere questo servizio gratuito.

Condividi
Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679