Caro bollette luce e gas, come risparmiare? Dai bonus al pagamento a rate

In tema di rincari bollette luce e gas, il Governo è recentemente intervenuto con misure idonee a ridurre l'impatto dei costi sugli italiani.


Il caro bollette luce e gas – che si somma agli aumenti dei prezzi per una grande varietà di beni anche non di prima necessità – sta colpendo famiglie ed imprese e, almeno per il momento, le prospettive per i prossimi mesi di certo non fanno essere ottimisti. Tuttavia, dopo settimane di pressing a favore di una nuovo intervento contro il caro energia, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha recentemente annunciato un nuova manovra, mirata a ridurre i costi delle bollette.

I tecnici al servizio del Governo sono in queste ore impegnati per raccogliere le risorse per il varo di un nuovo pacchetto di misure, che dovrebbe giungere – secondo le previsioni degli osservatori – entro il Consiglio dei Ministri della prossima settimana. Da notare che queste nuove misure andrebbero ad aggiungersi a quanto già previsto con l’ok al decreto Sostegni ter, ora all’esame del Parlamento. In gioco vi sarebbe una cifra pari ad ulteriori 5-7 miliardi di aiuti economici a sostegno di famiglie ed imprese.

Vero è però che, in uno scenario incerto e assai gravoso per i propri risparmi, esistono degli accorgimenti e delle misure che aiutano a risparmiare qualcosa. Faremo di seguito il punto sul caro bollette, bonus e pagamento a rate, in modo tale da indicare entro quali margini è possibile ridurre la spesa.

Bollette luce e gas, come funziona il pagamento a rate

Oltre ai bonus sociali – che molto probabilmente saranno rafforzati dai prossimi provvedimenti dell’Esecutivo – forse non tutti sanno che il Governo ha pensato a distinte misure per agevolare i consumatori, ed in particolare alla possibilità di rateizzare le bollette luce e gas. Ma attenzione: ricordiamo subito che per accedere a queste misure di supporto contro i rincari, esistono moduli e procedure distinte, in base al fornitore scelto dall’utente.

Leggi anche: bonus biciclette 2022 cos’è e come funziona

In linea generale, si può ottenere la rateizzazione di una bolletta, soltanto se l‘importo dovuto è al di sopra dei 50 euro ed entro 10 giorni da una scadenza. Inoltre, non bisogna dimenticare che è consentito servirsi della rateizzazione anche laddove:

  • la bolletta includa un ricalcolo per consumi effettivi e oltrepassi del 150% l’addebito medio su consumi stimati degli ultimi 12 mesi (250% per clienti non domestici);
  • sia stato acclarato il malfunzionamento del contatore e siano stati compresi pagamenti di consumi non registrati;
  • il fornitore non abbia rispettato la periodicità prevista per l’emissione;
  • si sia titolari di bonus elettrico;
  • vi sia costituzione in mora per il mancato versamento di una o più bollette.

Da rimarcare che il Governo ha introdotto la possibilità di rateizzazione dal 1 al 30 aprile – fino a dieci rate senza interessi – e non stupisce che l’obiettivo delle istituzioni sia e resti intervenire su più fronti; in quanto il rincaro delle bollette energetiche attiene ad una vastissima pluralità di utenti, a partire dalle famiglie, in particolare le più deboli, ma anche le imprese e gli enti territoriali.

In ogni caso, ricordiamo che è possibile consultare il sito web ufficiale di Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per ogni ulteriore chiarimento e delucidazione.

Bollette luce e gas a rate: alcune precisazioni sui destinatari

E’ opportuno rimarcare che i beneficiari delle regole di rateizzazione saranno milioni e milioni di cittadini, sia le famiglie – vale a dire circa 29 milioni – sia le piccole aziende, come ad esempio negozi e attività artigianali, caratterizzate da una fornitura di elettricità non al di sopra dei 16,5 kW.

Arera ha il compito di chiarire nel dettaglio tutte le varie modalità tecniche della rateizzazione, avendo anche il ruolo di definire gli anticipi da versare alle imprese fornitrici di gas e luce, al fine di compensare le rate. I fondi disponibili sono pari a circa un miliardo di euro.

Come sopra accennato, le modalità (app dedicata, store sul territorio, servizio clienti) per rateizzare il pagamento variano da bolletta a bolletta; e dunque sono diverse in base al fornitore prescelto per il servizio luce e gas.

Leggi anche: bonus barriere architettoniche, cos’è e come funziona

Caro bollette luce e gas: bonus e sconti attivi

Oltre all’azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas naturale per tutte le utenze, è prevista altresì l’agevolazione o sconto fino a 177 euro sulle bollette luce, rivolto esclusivamente ad alcune categorie di soggetti:

  • famiglie con Isee al di sotto dei 8.265 euro annui;
  • famiglie con almeno 4 figli e con Isee fino a 20mila euro all’anno;
  • titolari di reddito o pensione di cittadinanza;
  • soggetti in condizioni di salute precarie che usano apparecchiature elettromedicali.

Sul piano degli importi dello sconto, ricordiamo che essi sono variabili nei termini che seguono:

  • 128 euro per nuclei familiari con massimo 2 membri;
  • 151 euro per le famiglia con non più di 4 membri;
  • 177 euro per nuclei con quattro o più componenti.

Mentre per quanto attiene alle bollette del gas metano per usi civili e industriali, esse saranno ad Iva ridotta al 5% fino al prossimo marzo. Da notare che questi sconti saranno applicati in automatico da Arera.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email