SPID in Tabaccheria: quanto costa e come procedere. I dettagli

Da qualche settimana è possibile fare la registrazione di SPID in tabaccheria. La procedura è molto semplice. Ecco come fare e quanto costa.


Possedere le credenziali SPID è ormai obbligatorio per tutti i cittadini che intendono accedere ai servizi della pubblica amministrazione come ad esempio AppIO per il bonus cashback o 18 app bonus cultura oppure alle aree riservate dei vari portali Inps, Agenzie delle Entrate, ecc.

Per questo motivo per agevolare le persone meno pratiche del web da oggi è possibile richiedere lo SPID in Tabaccheria senza dover effettuare lunghe procedure tramite i portali web dei provider abilitati al rilascio dell’Identità Digitale. Questa procedura si affianca allo SPID di Poste Italiane che è altrettanto semplice e gratuito.

Quindi vediamo qui di seguito quali sono le procedure da seguire, quali sono i tempi di attivazione e se sono previsti costi di apertura.

Spid in Tabaccheria: come fare

Lo SPID consiste nella propria identità digitale per poter usufruire dei servizi della pubblica amministrazione come: la dichiarazione 730 precompilata su Agenzia delle Entrate, il cedolino della pensione su INPS, ecc.

E’ possibile richiedere SPID rivolgendosi a diversi provider autorizzati dall’Agenzia governativa per l’Italia digitale effettuando diverse procedure come ad esempio il riconoscimento facciale attraverso l’utilizzo della propria webcam oppure prenotando un appuntamento per effettuare il riconoscimento di persona presso le sedi abilitate.

Da oggi per agevolare i più anziani e quelli meno pratici del web, è possibile aprire lo SPID presso molte tabaccherie della propria città senza fissare un appuntamento tramite web come era obbligatorio fare fino ad oggi.

Va precisato però che non tutte le tabaccherie sono abilitate, ma solo i tabacchi che offrono i servizi Mooney e Sisalpay. Sarà possibile consultare l’elenco completo sul sito web locator.mooney.it, inserendo la propria città e consultare l’elenco completo.

Per poter richiedere il rilascio dello SPID in tabaccheria bisognerà  recarsi sul portale web INFOCERT e procedere con la registrazione di un account personale.

Successivamente bisogna richiedere l’attivazione dello SPID e selezionare l’opzione in tabaccheria. Effettuata la procedura, il portale web abbina le credenziali dell’account Infocert al codice identificativo dello SPID.  Ottenuto il codice identificativo sarà possibile recarsi nella tabaccheria più vicina e richiedere l’attivazione dello SPID.

Cosa serve per attivare lo Spid in Tabaccheria?

Per poter attivare lo SPID presso la tabaccheria abilitata della propria città è necessario essere muniti di:

  • indirizzo Email;
  • smartphone su quale è possibile ricevere un sms con il codice di attivazione;
  • documento di identità in corso di validità: Carta d’identità, patente, passaporto;
  • tessera sanitaria;
  • fotocopia fronte e retro del documento di identità.
  • Codice identificativo rilasciato dal portale Infocert.

La tabaccheria procederà con il riconoscimento facciale e genererà le credenziali Spid necessarie per accedere ed usufruire dei servizi della pubblica amministrazione

Quanto costa lo SPID in tabaccheria

L’attivazione dello SPID presso una tabaccheria autorizzata non è gratuita. Infatti, il costo è di 7,99 €, mentre effettuando il pagamento mediante Banca 5 il costo di attivazione scende a 6,90 €.

E’ possibile richiedere anche il riconoscimento tramite videochiamata, ma in tal caso il costo di attivazione è di 20 €.

Altri provider per l’attivazione dello SPID

Per gli utenti più esperti è possibile attivare lo Spid comodamente dal proprio PC. Infatti, molti provider abilitati consento l’attivazione dell’identità digitale attraverso l’identificazione facciale con l’utilizzo della webcam. I provider abilitati sono i seguenti:

  • Aruba;
  • Infocert;
  • Poste Italiane;
  • Sielte;
  • TIM;
  • Register.it;
  • Namirial;
  • Intesa;
  • Lepida.

SPID per i servizi INPS

Dal 1° ottobre 2020 è iniziato lo switch off, ovvero il passaggio dal PIN INPS allo SPID per accedere ai servizi online dell’Istituto. Ecco in cosa consiste e come procedere [Guida]