Italia Lavoro: incentivi per l'assunzione di apprendisti e per la creazione di nuove imprese giovanili

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Bando di Italia Lavoro per l'erogazione alle imprese di incentivi per l'assunzione di giovani apprendisti e per la creazione di nuove imprese giovanili

L’AMVA, “Apprendistato e mestieri a vocazione artigianale” è un Programma promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attuato da Italia Lavoro, con il contributo dei PON del Fondo Sociale europeo 2007-2013 “Azioni di sistema” e “Governance e azioni di sistema”.

Lo scopo del programma è di promuovere l’applicazione del contratto di apprendistato, per incrementare attraverso incentivi mirati, i livelli occupazionali dei giovani nel mercato del lavoro italiano. In particolare l’obiettivo è quello di sostenere e diffondere gli strumenti volti a favorire la formazione on the job e l’inserimento occupazionale di giovani che si trovano nello stato di svantaggio.

Verranno promossi dispositivi per incentivare il contratto di apprendistato, la creazione delle “botteghe dei mestieri” e contributi per la creazione di nuova impresa.

Si realizzeranno 3 attività:

  • Intervento per la promozione del contratto di APPRENDISTATO;
  • Sperimentazione di un modello per formare giovani all’interno di “BOTTEGHE DEI MESTIERI” quali strutture impegnate nei comparti produttivi propri della tradizione italiana, individuate mediante un avviso pubblico (110 “botteghe dei mestieri” in altrettante province);
  • creazione nuove imprese ovvero sviluppo e gestione di un sistema sperimentale di contributi finalizzati alla creazione di nuova imprenditoria da parte di giovani con attitudine imprenditorialità del beneficio.

Entità del contributo

Per le aziende che assumeranno giovani con contratto di apprendistato sono previsti i seguenti incentivi:

  • 5.500 euro di contributo per ogni giovane, che abbia compiuto quindici anni e fino al venticinquesimo anno di età, assunto con contratto di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale (in tutti i settori di attività);
  • 4.700 euro di contributo per ogni giovane di età compresa tra i diciassette e i ventinove anni, assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere (in tutti i settori di attività)

Per le “Botteghe di mestiere”:

  • 2.500 euro mensili per ogni bottega di mestiere in cui 30 giovani disoccupati svolgono un tirocinio semestrale per la formazione on the job;
  • 500 euro mensili per 3.300 giovani ( 30 per le 110 province) inseriti nelle botteghe che beneficeranno di un periodo (6 mesi) di formazione lavoro in azienda.

Per la creazione di nuove imprese:

  • 10.000 euro per 500 giovani interessati a promuovere nuove imprese nei comparti produttivi propri della tradizione italiana.

Beneficiari

Le azioni poste in essere dal Programma sono rivolte alle imprese residenti su tutto il territorio italiano e a giovani che intendono avviare un’impresa nei comparti produttivi tipici della tradizione italiana.

Destinatari

Le ricadute occupazionali previste dal Programma riguardano i giovani di età compresa tra i 15 e i 35 anni  che si trovano nello stato svantaggio (REG. CE 800/2008).

Domanda

La domanda di partecipazione può essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo raggiungibile al seguente indirizzo: http://amva.italialavoro.it, sito attivo a partire dal 30 novembre 2011, ore 10:00 am  e non oltre il 31/12/2012, salvo il caso di previo esaurimento delle risorse disponibili che sarà comunicato sul sito di Italia Lavoro.

E’ stato pubblicato il bando per l’inserimento occupazionale dei giovani assunti con contratto di apprendistato sia per contratti di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, sia per contratti di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere. Le risorse previste per il presente avviso sono pari a € 78.150.700.

+ info a questo link

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • Filippo

    Buona Sera sono Filippo e con mio figlio stiamo creando una attività che darà da lavorare a molte persone ,spero di rientrare in qualche incentivo per i giovani ,per capire se e vero che aiutano le imprese giovanili,visto che mio figlio sta aprendo questa attività e che se non a una persona che lo aiuta non avrebbe potutopensare di avviare una impresa,in questo caso ci sono io,ma in tanti altri casi non hanno un padre che può aiutarli.Grazie Cordiali Saluti