Congedo parentale straordinario e permessi 104 covid: istruzioni INPS

L’INPS recepisce e illustra la domanda di congedo parentale straordinario covid-19 e le novità in merito ai permessi 104 del Decreto Rilancio

L’INPS recepisce, anche se in ritardo, l’estensione del periodo di fruizione del congedo straordinario e dei permessi 104 covid e le altre novità stabilite dal Decreto Rilancio. Quest’ultimo ha infatti ampliato l’arco temporale di fruizione del congedo fino al 31 luglio 2020. Si supera, quindi, il precedente limite temporale del 3 maggio 2020.

È stato aumentato anche da 15 a 30, il numero di giorni fruibili dai genitori per l’assistenza ai figli durante il predetto periodo. Ne consegue che i genitori possono fruire di congedo Covid-19, alternativamente e per un periodo massimo (individuale e di coppia) di 30 giorni, per la cura di tutti i figli e non per ciascun figlio.

È stato incrementato anche il numero di giorni dei permessi disabili (Legge 104/1992), di ulteriori complessive 12 giornate fruibili nei mesi di maggio e giugno 2020. Conseguentemente, in aggiunta ai tre giorni mensili, i beneficiari potranno godere di ulteriori 12 giorni di permesso da fruire complessivamente nell’arco dei predetti due mesi.

L’INPS recepisce e illustra tutte le novità con la Circolare n. 81 dell’8 luglio 2020.

Congedo straordinario covid: a chi spetta

Tali modifiche interessano tutte le categorie lavorative a cui è destinato il congedo, ossia:

  • lavoratori dipendenti del settore privato e pubblico;
  • parasubordinati iscritti alla Gestione separata di cui all’art. 2, co. 26, della L. n. 335/1995;
  • lavoratori autonomi iscritti alla Gestione AGO dell’INPS.

Come fare domanda di congedo parentale straordinario covid

La domanda di congedo Covid-19 deve essere presentata tramite la procedura di “Domanda di congedo parentale”. All’interno del servizio, dopo la compilazione dei dati anagrafici dell’altro genitore, è richiesto di opzionare la scelta di presentare domanda per:

  • il congedo COVID-19;
  • il congedo COVID-19 con figlio disabile;
  • congedo parentale.

Leggi anche: Congedo parentale straordinario covid-19: guida completa e aggiornata

Permessi 104 covid: estensione dei giorni

Come anticipato in premessa, si introduce anche un incremento del numero di giorni di permessi disabili, di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di maggio e giugno 2020. I 12 giorni possono essere fruiti anche consecutivamente nel corso di un solo mese, ferma restando la fruizione mensile dei tre giorni ordinariamente prevista.

Il lavoratore nei confronti del quale sia già stato emesso un provvedimento di autorizzazione ai permessi disabili, con validità comprensiva dei mesi di maggio e giugno, non sarà tenuto a presentare una nuova domanda, per la fruizione delle suddette ulteriori giornate.

In tal caso, i datori di lavoro dovranno considerare validi i provvedimenti di autorizzazione già emessi. Quindi, la domanda sarà necessaria in assenza di provvedimenti di autorizzazione in corso di validità.

Congedo parentale covid e bonus centri estivi o baby sitter: aspetti di compatibilità

In alternativa al congedo Covid-19, si introduce la possibilità per i genitori di richiedere un bonus per:

  • l’acquisto di servizi di baby-sitting;
  • l’iscrizione ai centri estivi o ai servizi integrativi per l’infanzia;

nel limite massimo complessivo di 1.200 euro o, nel caso di lavoratori del settore sanità e pubblica sicurezza legata al covid, di 2.000 euro.

Leggi anche: Bonus centri estivi 2020: ulteriori chiarimenti dall’INPS

Alla luce delle modifiche apportate dal Decreto Rilancio, si segnalano i seguenti casi di compatibilità/incompatibilità:

  • in assenza di qualsiasi domanda di bonus presentata da uno dei due genitori è possibile fruire di un massimo di 30 giorni di congedo Covid-19;
  • se sono già state presentate una o più domande di bonus baby-sitting, per un importo pari o inferiore a 600 euro, da uno o da entrambi i genitori, è possibile fruire di un massimo 15 giorni di congedo Covid-19;
  • con una o più domande di bonus baby-sitting. per un importo superiore a 600 euro, presentate da uno o da entrambi i genitori, non è possibile fruire di congedo Covid-19.

Leggi anche: Bonus baby sitter e centri estivi, compatibilità con il congedo covid-19

Circolare INPS numero 81 del 08-07-2020

Alleghiamo in ultimo il testo completo in formato PDF della circolare INPS in oggetto.

download   Circolare INPS numero 81 del 08-07-2020
       » 225,0 KiB - 2.521 download
Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679