Quota 100 e opzione donna: come fare domanda di pensione anticipata

L'INPS spiega come fare domanda di pensione anticipata con quota 100 e opzione donna dopo l'entrata in vigre del Dl 4/2019.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

L’INPS ha rilasciato un messaggio nel quale spiega come fare domanda di pensione anticipata con quota 100 e opzione donna. Il 27 gennaio il decreto su reddito e pensione di cittadinanza e riforma pensioni è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore il 28 gennaio.

In vista della prossima pubblicazione di una circolare esplicativa, l’INPS ha pubblicato il messaggio numero 395 del 29 gennaio con il quale illustra le modalità di presentazione delle domande di pensione anticipata con i nuovi requisiti indicati nel Decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 (Dl 4/2019) cosiddetto “decretone”.

Dl 4/2019: nuovi requisiti pensionistici

Il messaggio dell’INPS parte dalla lettura dei nuovi requisiti pensionistici relativi alla pensione anticipata ordinaria e con requisito quota 100 e opzione donna. Il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, prevede infatti quanto segue:

  • cosiddetta quota 100 pensione, articolo 14: accesso alla pensione con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi;
  • pensione anticipata ordinaria periodo 2019-2026, articolo 15: requisito contributivo per conseguire il diritto alla pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne;
  • opzione donna, articolo 16: accesso alla pensione per le lavoratrici che hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva di almeno 35 anni e almeno 58 anni per le lavoratrici dipendenti e 59 anni per le autonome.

Come fare domanda di pensione anticipata: ordinaria, quota 100 e opzione donna

Il messaggio pertanto, senza prevedere ulteriori approfondimenti sulle misure su enunciate (prossima circolare), passa ad indicare le modalità di presentazione delle domande di pensione anticipata. La domanda potrà essere presentata tramite i consueti canali telematici ovvero tramite patronato o contact center INPS numero verde 803164 o 06164164.

I cittadini in possesso delle proprie credenziali PIN INPS (oppure di SPID o CNS) possono invece inviare telematicamente la domanda di pensione anticipata attraverso l’area “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”. A questo punto nel menù laterale si dovrà selezionare la voce nuova domanda e poi:

  1. per la pensione quota 100: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Requisito quota 100”;
  2. pensione anticipata: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Ordinaria”;
  3. opzione donna: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Contributivo sperimentale lavoratrici”.

Il messaggio si conclude specificando che in tutti e tre i casi sopra elencati si dovranno selezionare il Fondo e la Gestione di liquidazione. Infine l’INPS sottolinea che le suddette modalità di presentazione delle domande di pensione anticipata possono essere usate anche al fine di chiedere, per la pensione quota 100, il cumulo dei periodi assicurativi da parte dei lavoratori:

  • iscritti alle Gestioni private,
  • alla Gestione pubblica
  • e alla Gestione spettacolo e sport.

INPS, messaggio n. 395 del 29 gennaio 2019

Alleghiamo il messaggio INPS in oggetto.

Messaggio INPS numero 395 del 29-01-2019
» 84,6 KiB - 188 download

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.