Bonus, agevolazioni, detrazioni figli a carico e altre misure per la famiglia

Bonus, agevolazioni, detrazioni figli a carico e altre misure per la famiglia per l'anno in corso sia in proroga rispetto agli anni passati e sia come novità per il 2018. Vediamo i dettagli sulle principali novità all'interno di questa guida riassuntiva.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Bonus, agevolazioni, detrazioni figli a carico e altre misure per la famiglia per l’anno in corso sia in proroga rispetto agli anni passati e sia come novità per il 2018. Particolare attenzione ai figli, con la conferma dei principali bonus famiglia e per l’aggiornamento della soglia di reddito per il prossimo anno per i figli a carico. Tra i principali aiuti economici per le famiglie validi per il 2018 ricordiamo sicuramente il Bonus Asilo Nido, il Bonus Bebè, il Bonus Mamme domani. Per non dimenticare poi il Reddito d’inclusione e i vari bonus acqua luce e gas per le famiglie meno abbienti.

Per quanto riguarda invece fisco e tasse sono da menzionare le detrazioni affitto per gli studenti fuori sede, le detrazioni per abbonamenti di autobus e altri mezzi pubblici. Infine ricordiamo le detrazioni asili nido e le variazioni delle fasce di reddito per portare i figli a carico. Vediamo i dettagli sulle principali novità all’interno di questa breve guida.

Bonus Asilo Nido 2018 e altri bonus famiglia

Tra le primissime agevolazioni per i figli vi è sicuramente il bonus asilo nido 2018 di cui abbiamo già parlato in una recente guida. Dal 29 gennaio 2018, infatti, si possono presentare le nuove domande per ottenere l’agevolazione fino ad un massimo di 1000 euro annuali per i figli nati o adottati dal primo gennaio 2016.

La misura, era già presente nel 2017 e ottenuto la riconferma anche per questo nuovo anno. In breve consiste, in una erogazione economica corrisposta dall’Inps in 11 rate mensili di importi pari a 90.91. Tali importi, potranno essere richiesti per il pagamento delle rette di asili nido in strutture private o pubbliche da parte dei cittadini italiani (o extracomunitari) residenti in Italia e con un minore nato a partire dal primo gennaio 2016. Inoltre il bonus nido è corrisposto anche senza l’obbligo di allegare un ISEE, poiché si tratta di una agevolazione a sostegno delle famiglie non collegata al reddito.

Bonus mamme domani e Bonus Bebè 2018

Il Bonus Mamme domani 2018 è invece un premio nascita di 800 euro corrisposto a domanda della madre interessata dal settimo mese di gravidanza o per ogni figlio nato, adottato o affidato nell’anno in corso. Può quindi essere richiesto, anche nel caso di più figli nati nello stesso parto, senza graduatoria INPS e senza presentare il modello ISEE 2018.

Infine ma non per ultimo citiamo il Bonus Bebè 2018, che anche se ridotto nei termini rimane un’ottimo sostegno alle famiglie. L’ultima legge di stabilità ha confermato la possibilità per le famiglie di accedere al bonus bebè 2018 INPS, tuttavia la sua durata rispetto ai figli nati o adottati o affidati nel 2018 è stata ridotta a 12 mesi rispetto ai 36 mesi precedenti. Il bonus bebè è pari a:

  • 80 euro mensili per 12 mesi (960 euro l’anno) con ISEE fra i 7.000 euro e i 25.000 euro annui;
  • 160 euro al mese per 12 mesi (1.920 euro l’anno) con ISEE familiare non superiore a 7.000 euro annui.

In ultimo, ma non meno importante ricordiamo il reddito di inclusione 2018, l’importante misura nata nel 2017 ma avviata nel 2018 attraverso l’erogazione della Carta REI.

Detrazione fiscale asilo nido 2018 e altre detrazioni per la famiglia

Da quest’anno in dichiarazione precompilata finiranno anche gli importi delle rette pagate per asili nido privati e pubblici. Gli asili nido devono trasmettere telematicamente all’Agenzia delle entrate le informazioni relative alle spese sostenute dai genitori, nell’anno precedente, per ciascun figlio per il pagamento delle rette di frequenza e per i servizi formativi infantili. La comunicazione deve essere inviata entro il 28 febbraio.

Per le rette degli asili nido è riconosciuta infatti una detrazione Irpef del 19%, su un importo di 632 euro annui per ogni figlio. Quindi la detrazione fiscale spettante massima è di 120 euro a figlio (19% di 632 euro).

Detrazioni per affitti studenti fuori sede, per abbonamento ai mezzi pubblici e altre detrazioni

Altre detrazioni fiscali importanti sono certamente le detrazioni affitti per gli studenti fuori sede. Il bonus approvato in Legge di Bilancio prevede una detrazione fiscale del 19% sui canoni di locazione e con importi detraibili fino a 2.633 euro all’anno.

La legge di bilancio 2018 ha infine reintrodotto le detrazioni per l’abbonamento ai mezzi pubblici, quali bus e metro, con possibilità di agevolazioni anche per i datori di lavoro di dipendenti pendolari. La detrazione per le famiglie sarà pari al 19% per un importo di spesa massima di 250 euro l’anno.

Da segnalare inoltre la proroga dell’ecobonus, del bonus mobili e elettrodomestici e del bonus ristrutturazioni e l’introduzione del cosiddetto nuovo bonus verde 2018.

Detrazioni figli a carico 2018

Sempre relativamente alle detrazioni fiscali ricordiamo che sono stati variati i limiti di reddito da considerare per i figli a carico. Di recente, infatti, sono state aumentate le soglie di reddito per essere considerati fiscalmente a carico dei genitori.  Il reddito massimo per rimanere a carico dei genitori passa da 2.840,51 euro a 4.000 euro annui.

La misura, in particolare, potrà essere applicata solo per i figli a carico che non hanno compiuto i 24 anni. Se ne potrà decidere anche la detrazione al 100% per un unico genitore a partire dal prossimo 2019.

Per le detrazioni fiscali relative al periodo di imposta 2017, invece, valgono ancora le regole di un reddito non superiore a 2.840,51 euro.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Laureata in economia e commercio con una tesi in Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane, si occupa della redazione di contenuti economici da oltre 4 anni.

Altri articoli interessanti