Assegno unico 2022, importi mensili e tabelle ISEE

Assegno unico 2022, importi e tabelle ISEE: dal 1° gennaio al via l’assegno unico universale per famiglie con figli.


Assegno unico 2022, importi mensili e tabelle ISEE: l’INPS ha rilasciato sul proprio portale il modulo di domanda dell’assegno per i figli, le relative istruzioni di compilazione e infine un ottimo calcolatore per ottenere la simulazione degli importi spettanti in base ai propri requisiti. Dal primo gennaio 2022, come noto, è possibile richiedere gli assegni unici per i figli per poi ottenere materialmente l’importo dal 1° marzo 2022. Si tratta, lo ricordiamo ancora una volta, di un beneficio economico riconosciuto ai nuclei familiari in cui sono presenti figli a carico entro determinati limiti di età, sulla base della situazione economica del nucleo fotografata dall’Isee in corso di validità. L’importo, come vedremo in seguito, non è fisso ma varia in base a diversi fattori quali: il reddito ISEE e l’età dei figli.

Dunque risulta di fondamentale importanza capire se una volta presentata la DSU ISEE, è possibile fare domanda di Assegno unico universale e quanto spetta. Vediamo tutte i dettagli su importi e tabelle ISEE 2022 relativi all’assegno unico per i figli (anche maggiorenni).

Assegno unico 2022, importi mensili e tabelle ISEE

L’importo dell’assegno unico è pari a:

  • 175 euro per figli minorenni, con un ISEE 2022 fino a 15.000 euro. Se l’Isee è più alto, l’assegno si riduce progressivamente fino a 50 euro;
  • 85 euro per i figli maggiorenni fino ai 21 anni di età, con un Isee 2022 fino a 15.000 euro e con riduzione graduale con un Isee superiore, fino a 25 euro.

Quindi, secondo lo schema presente nel testo del decreto l’erogazione mensile avrà un importo minimo di 25 euro, che aumenterà via via in base alla fascia ISEE a cui si appartiene, ma anche in base ad altre condizioni familiari: disabilità, madri giovani, ecc, fino alla somma massima di 175 euro mensili.

I 175 euro pieni andranno ai nuclei con figli con ISEE basso fino a 15 mila euro. Al di sopra di questa fascia l’importo scenderà progressivamente fino all’importo minimo di 50 euro per ISEE sopra i 40.000 euro.

Ma vediamo di seguito quali sono queste fasce ISEE e gli importi corrispondenti.

download   Tabella 1 - Assegno unico importi mensili
       » 1,5 MiB - 861 download

Tabelle ISEE Assegno unico 2022

L’importo dell’assegno unico universale, come appena affermato, dipende dal reddito ISEE. Dunque, in attesa di conoscere in dettaglio tutti gli scaglioni ISEE previsti dalla normativa, di certo sappiamo che saranno presenti sicuramente 3 fasce:

  • prima fascia: ISEE fino a 15.000 euro;
  • seconda fascia: ISEE fino a 40.000 euro;
  • terza fascia: ISEE oltre i 40.000 euro
download   Tabella A - Assegno unico nuclei 2 genitori
       » 489,0 KiB - 1.566 download
download   Tabella B - Assegno unico un solo genitore
       » 1,1 MiB - 685 download
download   Tabella D - Valori medi detrazioni figli a carico (corretta)
       » 1,4 MiB - 443 download

Leggi anche: assegno unico senza ISEE

Importo assegno Unico con ISEE fino a 15.000 euro

Per le famiglie italiane con ISEE fino a 15.000 euro l’importo dell’assegno è pari a:

  • 175 euro mensili per il primo e secondo figlio;
  • 85 euro mensili per figli da 18 a 21 anni a carico;
  • 85 euro mensili dal terzo figlio in poi;
  • 250 euro mensili per famiglie con 4 figli o più.

Importo assegno Unico con ISEE oltre a 40.000 euro

Per le famiglie italiane con ISEE oltre a 40.000 euro l’importo dell’assegno è pari a:

  • 50 euro mensili per il primo e secondo figlio;
  • 25 euro mensili per figli da 18 a 21 anni a carico;
  • 15 euro mensili dal terzo figlio in poi;
  • 100 euro mensili per famiglie con 4 figli o più.

Maggiorazioni Assegno unico 2022

Oltre ai predetti importi è possibile godere delle maggiorazioni in base ad alcune condizioni dei nuclei familiari beneficiari, come ad esempio

  • numero di figli;
  • presenza di disabili in famiglia;
  • reddito e lavoro di entrambi i genitori;
  • madri giovani under 21.

Per le famiglie numerose:

  • a partire dal terzo figlio è prevista una maggiorazione tra i 15 e gli 85 euro a figlio in base all’Isee;
  • viene introdotta “maggiorazione forfettaria” di 100 euro al mese per i nuclei “con 4 o più figli”

Inoltre, se entrambi i genitori lavorano verrà previste una ulteriore maggiorazione: l’importo aggiuntivo al normale assegno sarà di 30 euro massimi per ciascun figlio, che decresceranno all’aumentare dell’ISEE. Al raggiungimento della Fascia ISEE 40 mila euro si azzerano.

Da specificare, altresì, che a prescindere invece dalla fascia ISEE dimostrata, l’assegno aumenterà di altri 20 euro al mese per ciascun figlio per le mamme under 21. Queste giovani madri non dovranno quindi dimostrare di appartenere a nessuno scaglione.

Assegno Unico con figli disabili

Infine, si rammenta che l’assegno è riconosciuto senza limiti di età per ciascun figlio con disabilità. In presenza di un figlio disabile, le famiglie riceveranno una somma più alta, che a sua volta dipende se il disabile è minorenne o maggiorenne

Nel primo caso, verranno erogati:

  • 105 euro al mese in più “in caso di non autosufficienza”,
  • 95 euro al mese in più “in caso di disabilità grave”
  • 85 euro in più “in caso di disabilità media”.

In caso di figli disabili maggiorenni verranno erogati:

  • 50 euro al mese in più per figli disabili maggiorenni fino a 21 anni;
  • il normale assegno in base alla fascia ISEE per figli disabili maggiorenni oltre i 21 anni di età: con Isee fino a 15mila euro si avrà un assegno di 85 euro al mese, che si ridurrà fino a 25 euro per Isee pari o superiore a 40mila euro.

Leggi anche: assegno unico figli disabili

Prestazioni assorbite dall’Assegno Unico

L’assegno unico figli assorbe le seguenti prestazioni INPS:

  • il premio alla nascita o all’adozione conosciuto come Bonus mamma domani;
  • l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori;
  • gli assegni al nucleo familiare;
  • l’assegno di natalità o Bonus bebè,
  • le detrazioni fiscali per figli a carico fino a 21 anni.

La prestazione non assorbe invece gli importi del bonus asilo nido. Quindi le due misure sono cumulabili e compatibili fra di loro.

Calcolo Assegno Unico simulatore INPS

L’INPS ha reso disponibile online sul proprio sito il simulatore dell’Assegno unico e universale.

Il calcolatore permette agli interessati di simulare l’importo mensile della nuova prestazione di sostegno per i figli a carico. Il servizio è accessibile liberamente, senza bisogno di accedere con credenziali SPID o altro, ed è consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso.

Il servizio è raggiungibile da qui

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email