Lavoro da pensionato e sanzioni per mancata regolarizzazione

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'esperto risponde in merito a dubbi sul lavoro da pensionato e le eventuali sanzioni per la mancata regolarizzazione del rapporto di lavoro

Buongiorno Avvocato Cotellessa, le chiedo consiglio sul mio caso in quanto ho molti dubbi e molti timori in merito al lavoro da pensionato e le eventuali sanzioni per la mancata regolarizzazione di tale situazione lavorativa.

Le premetto che sono pensionato e che ho un amico il quale ha un impresa di autotrasporti. Di tanto in tanto mi capita di sostituire qualcuno nella sua azienda in quanto c’è una carenza di autisti e faccio qualche viaggio al loro posto in quanto ho la patente per portare questi mezzi e sono esperto del settore.

Volevo sapere se mi fermano le autorità preposte al controllo a che sanzioni andiamo incontro?

Grazie e buon lavoro

Sig. Lucio,

sono molteplici le sanzioni che rischiate sia Lei che il datore di lavoro.

Relativamente al rapporto di lavoro irregolare il Collegato Lavoro ha previsto un sanzione amministrativa a carico del datore di lavoro da euro 1.500,00 a 12.000,00 per ciascun lavoratore irregolare, oltre € 150,00 per ciascuna giornata di lavoro effettivo.

Questo a grandi linee, potrebbero contestarle anche altro. Il consiglio quindi è di regolarizzare in qualche modo questa posizione, ci sono diverse possibilità quali ad esempio il lavoro a chiamata ecc., per evitare che a causa di poche prestazioni di lavoro da pensionato veniate pesantemente sanzionati (ndr).

Saluti.
Avv. Pietro Cotellessa

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna nel 2000. Dal 2005 è convenzionato con primaria Organizzazione Sindacale presso la quale svolge attività di consulenza. Nel 2007 consegue il Master di II° livello in « Diritto e Processo del Lavoro » presso l’Università La Sapienza di Roma. Convenzionato con l'avvocatura INPS e INAIL dal 2011 al 2013. Attento alla formazione ed all’aggiornamento professionale, ha frequentato diversi corsi di specializzazione soprattutto in ambito giuslavoristico. Svolge l’attività di avvocato su tutto il territorio nazionale.

Altri articoli interessanti